Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

REINTEGRARE L’ART. 18 PER COMBATTERE IL PRECARIATO DEL JOB ACT – ALGANEWS

alganews.it/ – REINTEGRARE L’ART. 18 PER COMBATTERE IL PRECARIATO DEL JOB ACT – DI MICHELE PIZZOLATO

Poletti, la manovra PD lo sconto assunzioni giovani con clausola per limitare licenziamenti… siamo all’assurdo:

– prima cancellano l’art.18 e poi si lamentano che gli imprenditori licenziano!!! R i d i c o l i ! !

– Il contratto a tempo indeterminato da jobs act si rivela per quello che è: precariato puro. Tanto è che devono introdurre altre norme per provare a difendere il posto;

– quelli in cantiere sono tentativi ridicoli che non produrranno alcun effetto. Se disincentivano davvero il licenziamento nessun imprenditore assumerà per uno sconto di tasse elettoralistico di qualche mese… altrimenti licenzierà quelli assunti prima per approfittare dello sconto sui nuovi e e la norma non avrà effetti.

– Gli sconti di tasse in assenza di domanda e mercato non hanno NESSUN effetto di crescita … qualche imprenditore cambia la macchina di lusso! Nessun imprenditore sano di mente dimensiona la propria forza lavoro sulle tasse in assenza di prospettive di mercato.

Serve solo:

a) un piano investimenti serio su cui dirottare queste risorse per fare ripartire il mercato. Non lo fanno perché i risultati veri si avrebbero dopo le elezioni, mentre tre titoli dei giornali su manovre assurde e inefficaci di presunti tagli di tasse li ottengono subito.
b) reintrodurre il reintegro ex art.18 e disincentivare fino alla indifferenza le forme di assunzione precarie.
c) un reddito vero di cittadinanza alimentato da tasse su ricchi è vera lotta all’evasione, corruzione, elusione e nero.

Sorgente: REINTEGRARE L’ART. 18 PER COMBATTERE IL PRECARIATO DEL JOB ACT – ALGANEWS

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *