Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Dionigi Tettamanzi, l’addio di Milano: l’omaggio in Duomo dalle 16 alle 22 – milano.corriere.it

milano.corriere.it – Dionigi Tettamanzi, l’addio di Milano: l’omaggio in Duomo dalle 16 alle 22. In Duomo, martedì alle 11, i funerali presieduti da Angelo Scola e concelebrati dall’arcivescovo eletto Mario Delpini.

La sepoltura nella tomba che fu di Schuster. Domenica in migliaia a villa Sacro Cuore, a Triuggio: in preghiera parenti, amici, preti e tanta gente comune – giampiero rossi

Il cardinale Tettamanzi ritorna a Milano. Lunedì pomeriggio il feretro dell’arcivescovo morto sabato mattina a Triuggio, a 83 anni, arriverà in Duomo, accolt0 dall’Arciprete Gianantonio Borgonovo e dai canonici della cattedrale.

Dalle 16 e fino alle 22 per i milanesi sarà possibile rendere omaggio alla bara chiusa. Alle 17.30 verrà celebrata la messa di suffragio da monsignor Borgonovo e alle 18.30 il cardinale Angelo Scola presiederà la recita del Rosario.

foto – Milano, è morto l’arcivescovo emerito Dionigi Tettamanzi

Martedì alle 11 verranno celebrati i funerali, presieduti da Scola — attualmente amministratore apostolico della diocesi — e concelebrati dall’arcivescovo eletto Mario Delpini ma anche da tutti i sacerdoti che vorranno concelebrare, portando però con sé camice e stola viola.

Al termine della funzione il cardinale Tettamanzi verrà sepolto sul lato destro della cattedrale, ai piedi dell’altare Virgo Potens — dove è presente anche l’urna del cardinale Schuster — e deposto nella stessa tomba che ha ospitato Schuster prima che venisse dichiarato beato.

video – Milano, è morto Dionigi Tettamanzi, addio all’arcivescovo degli ultimi

La curia invita i fedeli a presentarsi in anticipo, calcolando i tempi necessari per i controlli di sicurezza. Per tutta la giornata e fino alle 15 di domani sarà sospeso il biglietto turistico per la visita del Duomo. Sempre domani, dalle 10.30 alle 12.30, in coincidenza con i funerali, chiuderanno anche le Terrazze.

Domenica, intanto, a Triuggio, per tutta la giornata migliaia di persone si sono presentate a Villa Sacro Cuore per rendere omaggio al cardinale Tettamanzi.

Fazio: «Per averlo in tv cambiai format»

Un pellegrinaggio ininterrotto nella cappella che si trova proprio accanto all’alloggio dove l’arcivescovo emerito abitava dal 2011 quando, lasciata la guida della diocesi di Milano, si è ritirato nel centro di spiritualità.

Oltre ai parenti e agli amici, sono arrivati molti fedeli provenienti dai comuni vicini, del paese natale Renate, da Milano e altre città della diocesi. Presente anche una delegazione di sindaci della Brianza.

Alle 15 è arrivato per un momento di raccoglimento e di preghiera personale il neo eletto arcivescovo monsignor Mario Delpini, mentre alle 16 è giunto il successore del cardinale Tettamanzi, il cardinale Angelo Scola, che dopo la recita del Rosario si è rivolto brevemente ai presenti: «Il cardinale Dionigi ci ha insegnato sia a vivere che a morire.

Aprì ai divorziati accanto a Francesco di L. Accattoli
Marco Vitale: «Parroco forte e mite» di E. Soglio

Seguiamo il suo esempio». Moltissimi anche i sacerdoti che hanno voluto omaggiare l’arcivescovo emerito. Tra loro anche monsignor Guido Marini, cerimoniere di Papa Francesco, già segretario del cardinale Tettamanzi negli anni di episcopato a Genova.

E poi diversi vescovi e vicari episcopali. Tra i tanti ricordi di Tettamanzi, il commissario straordinario dell’Istituto dei Ciechi Rodolfo Masto racconta: «Venne ai nostri “Dialoghi nel buio” da pellegrino e da quel giorno decise di istituire l’appuntamento annuale con i giornalisti sempre all’istituto».

Sorgente: Corriere della Sera

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv