Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Brexit, 33mila cittadini Ue hanno lasciato la Gran Bretagna dopo il referendum – today.it

today.it – Brexit, 33mila cittadini Ue hanno lasciato la Gran Bretagna dopo il referendum. Fuga dal Regno Unito dopo il voto del giugno 2016. L’esito del referendum ha contribuito anche a un calo del tasso netto di migrazione

‘ il più grande deflusso dal Paese da circa dieci anni a questa parte. Gli ultimi dati pubblicati dall’Ufficio nazionale britannico di statistica lo evidenziano chiaramente: ben 33mila cittadini dell’Unione europea hanno lasciato la Gran Bretagna dopo il referendum sulla Brexit del giugno 2016.Non solo. L’esito del referendum ha contribuito anche a un calo del tasso netto di migrazione (la differenza tra immigrati ed emigrati) nel Regno Unito, arrivato ai minimi degli ultimi tre anni. La migrazione netta, infatti, è scesa a 246mila unità nel periodo aprile 2016-marzo 2017, 81mila in meno rispetto ai 12 mesi precedenti. Si tratta dei primi dati di questo genere pubblicati dopo le elezioni di giugno.

Oltre la metà del calo – spiega l’Ufficio nazionale britannico di statistica – è dovuta all’aumento del numero di cittadini Ue che hanno abbandonato il Paese: dei 33mila che hanno lasciato il Regno Unito, 17mila provenivano da Paesi entrati nell’Ue nel 2004, come Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

foto – Brexit, il trionfo degli euroscettici

“Andatevene o sarete espulsi”E intanto il Guardian ha segnalato un’incredibile gaffe. Dal ministero dell’Interno britannico è stato spedito per errore un centinaio di lettere in cui si intima ai cittadini Ue residenti nel Regno Unito di andarsene o “sarete espulsi”.

A far emergere l’errore, l’iniziativa di uno dei destinatari della missiva, l’accademica finlandese Eva Johanna Holmberg, che ha pubblicato la lettera sui social costringendo il dicastero a scusarsi. Non è stato dato il numero di quanti, come la signora Holmberg, abbiano ricevuto il “gentile” invito a fare le valigie.

Ma chi si è ritrovato la lettera nella cassetta certamente proviene dalla Ue. Eva Johanna Holmberg, nel Regno Unito da circa un decennio e sposata con un britannico, storica dell’Università di Helsinki ospite della Queen Mary University di Londra, ha raccontato del suo disappunto nel leggere il diktat indirizzatole della autorità: “O lascia spontaneamente il Regno Unito o l’Home Office darà disposizione in merito alla sua espulsione”.

Un mese di tempo per decidere. Quando il Guardian ha contattato gli Affari Interni per saperne di più, è emerso l’incredibile. “Un limitato numero di lettere è stato inviato per errore – ha spiegato un portavoce -. Stiamo urgentemente indagando sul perché possa essere accaduto”.

Sorgente: Brexit, 33mila cittadini Ue hanno lasciato la Gran Bretagna dopo il referendum

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *