Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 18.07.2017 e i primi articoli online

Dopo lo stop di Gentiloni, lo ius soli viaggia su un binario morto. I dem, imbarazzati, promettono che a settembre se ne riparlerà, ma non ci credono nemmeno loro. Renzi evita accuratamente di citare l’argomento fino a ieri suo cavallo di battaglia. E la destra esulta

Cultura

Il sorriso disarmante della semplicità

Mauro Palma

Un ricordo della matematica recentemente scomparsa. E’ stata la prima donna premiata con la medaglia Fields. La laurea a Teheran, i primi riconoscimenti in Iran e le ricerche nelle università più prestigiose degli Usa. Rilevanti e sorprendenti sono state le sue ricerche sulla geometria algebrica e sulla geodetica

Il centro polimorfo di Sonar 2017

Marco Guarella

Si è concluso il tradizionale appuntamento di Barcellona. Tra concerti, mostre e performance artistiche e workshop sulle “tendenze tecnologiche”

Visioni

Romero e la rivoluzione dei morti viventi

Giulia D’Agnolo Vallan

Morto a 77 anni il grande regista americano, il suo horror ci ha insegnato a guardare il mondo. Da «Night of the living dead» a «Survival of the Dead», un cinema di grande urgenza, inesauribile fantasia e penetrante rapporto con il presente

La dimensione Zappa

Luigi Onori

La Tankio Band di Riccardo Fassi insieme al cantante e performer Napoleon Murphy Brook in un tributo jazz al geniale e grande musicista

Romero, un regista sempre in anticipo sui tempi

Giovanna Branca

Il cordoglio di registi e amici del grande regista morto domenica scorsa. «Si è servito del cinema di genere per parlare 50 anni fa di razzismo », sottolinea Eli Roth

John Carpenter: «Quel gran genio di Romero»

Giulia D’Agnolo Vallan

Un’intervista del 2001 in cui parla del regista scomparso domenica notte, in occasione della retrospettiva completa che Torinofilmfestival dedicò quell’anno all’autore de «La notte dei morti viventi»

L’incubo americano degli U2

Daniele Funaro

Le due date capitoline del tour in cui la band irlandese ripropone il loro album mito, «The Joshua Tree». Da Reagan a Trump, trent’anni dopo le canzoni che raccontavano di un paese governato dalle grandi corporation e sulle basi di un programma ultraliberista, risultano sempre tremendamente attuali

Dentro quei mostri c’è una parte di noi

Eugenio Renzi

Tra i film di George A. Romero, morto domenica notte, «Dawn of the Dead» del 1978, tradotto in italiano come «Zombi». Un’opera piena di allegorie e che raccontava la nostra società dove l’Apocalisse non è la fine di nulla ma un modo di vita immanente

Il talento di Martin Landau

Antonello Catacchio

Morto a 89 anni l’attore americano diventato celebre grazie alle serie tv «Mission Impossible» e «Spazio 1999». Al cinema ruoli con Hitchcok, Coppola, Allen e un Oscar come attore non protagonista in «Ed Wood» di Tim Burton

Sorgente: il manifesto del 18.07.2017 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv