Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 13.07.2017 e i primi articoli online

Passa alla Camera senza modifiche e col voto di fiducia il decreto sulle banche venete, che Padoan e l’Ue volevano intoccabile. Regala ad Intesa filiali e clienti con la garanzia di miliardi pubblici. I M5S scatenati in aula, la sinistra divisa nel voto

Politica

Renzi show: «Avanti», c’è posto

Daniela Preziosi

Sala mezza vuota per la presentazione del libro del segretario del Pd, che appare un po’ come un ex. Propaganda, aneddoti e colpi bassi: agli ex dem, alla minoranza e a Enrico Letta. Che twitta: a volte il silenzio esprime meglio il disgusto

Banche venete, passa con la fiducia il regalo a Intesa

Riccardo Chiari

A Montecitorio il primo via libera al provvedimento, con Si contraria e Mdp-Articolo Uno favorevole. Ostruzionismo del M5S, mentre Rifondazione osserva: “Con un fiume di risorse pubbliche Intesa ristrutturerà anche se stessa e aumenterà i propri utili”.

Commenti

Per il Sud niente investimenti ma un Hub di guerra

Manlio Dinucci

La ministra Pinotti ha annunciato ieri la realizzazione di una grande opera a Napoli: l’Hub per il Sud che costituirà la base operativa per la proiezione di forze terrestri, aeree e navali. Dal capoluogo campano partirono la guerra alla Libia nel 2011 e operazioni militari in Siria

Rifugiati e migranti: la piroetta francese

Anna Maria Merlo

Edouard Philippe presente un “piano di azione” a medio termine: riforma del diritto d’asilo (risposte più veloci, migliore accoglienza), ma espulsioni “sistematiche” per i clandestini e politica di “dissuasione”. Nessuna “soluzione immediata” per Calais, La Chapelle o Ventimiglia. Schengen resta sospeso fino a novembre

Il falco Mohammed sposta in Africa la guerra al Qatar

Michele Giorgio

Il principe saudita, che di fatto già guida il Paese, deve digerire la medizione di Tillerson per risolvere la crisi sul Qatar. Intanto lavora per colpire, con un vertice contro il “terrorismo”, gli interessi economici di Doha in Africa. Ma il conto rischia di pagarlo solo il popolo Sahrawi

CAMBIAMENTO CLIMATICO

Il polo sud si crepa in un iceberg gigante

Andrea Capocci

Più grande della Liguria, è il secondo più esteso della storia. Le acque dell’Antartide si sono riscaldate di tre gradi in settant’anni. Difficile negare il ruolo dell’uomo nel riscaldamento del pianeta. La rivista scientifica Pnas: la «sesta estinzione di massa» è iniziata

Don Jr snobba Assange, Trump affonda nelle bugie

Marina Catucci

Il fondatore di Wikileaks aveva consigliato al figlio del presidente di non pubblicare le mail «incriminanti». E ora il padre si trova di fronte ad una nuova verità: il suo entourage sapeva dei legami con la Russia

Scontro diplomatico sull’agonia di Liu Xiaobo

Simone Pieranni

Liu Xiaobo ha un concetto di democrazia molto occidentale e liberale, tendente al liberismo in materia economica. Nei suoi scritti, come Charta08 o anche “Changing the regime by changing the state”, Liu Xiaobo ha sempre sottolineato l’importanza di attivare veri processi democratici. Nell’opera le frasi sprezzanti dette in precedenza da Liu su una supposta inabilità dei cinesi a rivoltarsi o a concepirsi democratici, cambia: l’intellettuale sottolinea come di fronte a un sistema autoritario, la popolazione cominci invece ad avere desideri che mal si conciliano con la leadership

Cultura

Il contropotere è cittadino

Niccolò Cuppini

Un’intervista con il geografo statunitense, ospite di un convegno a Bologna. L’erosione del Welfare State alimenta l’«urban crisis» e uno spostamento di ricchezza verso le corporation. «Lo Stato nazionale è uno spazio politico che non va rifiutato. Senza però diventare prigioniero di esso»

Sorgente: il manifesto del 13.07.2017 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv