Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Ragazzo sardo ucciso a Londra: la coinquilina ha confessato. Ma perché l’ha ucciso? – VelvetNews

velvetnews.it – Ragazzo italiano ucciso a Londra: “La coinquilina inglese ha confessato”

Sarebbe in parte risolto il giallo sulla morte violenta di Pietro Sanna, 23 anni, il giovane sardo ucciso nella sua casa a Londra. Di fronte alla polizia inglese la sua coinquilina avrebbe ammesso di aver accoltellato il ragazzo. Ma il movente resta da chiarire

Ha confessato la coinquilina di Pietro Sanna, il ragazzo sardo di 23 anni ucciso a coltellate a Londra e trovato morto dal fratello Giomaria nella mattina di lunedì scorso 26 giugno nel suo appartamento di Canning Town.

La ragazza, Hasna Begum, 25enne bengalese con cittadinanza inglese, avrebbe accoltellato il giovane “con un attacco brutale e feroce”, secondo le parole della polizia dopo il ritrovamento del cadavere.

Non sono trapelati altri dettagli. Sanna aveva lasciato la Sardegna due anni fa per perfezionare l’inglese e raggiungere il fratello maggiore che si era trasferito già qualche anno prima a Londra.

 Ieri mercoledì 28 giugno è stata effettuata l’autopsia sul corpo della vittima, mentre è stato chiuso il profilo Facebook di Pietro, per permettere agli agenti della Metropolitan Police di svolgere meglio e indagini.

A Londra si è riunita tutta la famiglia, riporta il Corriere della Sera, in un articolo a firma di Elvira Serra: il padre Piergraziano, imprenditore nel settore alberghiero e titolare dell’hotel Scintilla a San Teodoro, la madre e la sorella Marisa, che studia all’Università a Cagliari. Piergraziano Sanna non ha avuto la forza di rivedere il figlio per il riconoscimento.

 Con i genitori e la sorella c’era anche Giomaria, “Giommy” per gli amici, che lavora a Londra da Notes Coffee, Food & Wine. Era stato lui, lunedì mattina alle 11.40 circa, a trovare il fratello in un lago di sangue nel suo appartamento.
Giomaria era stato chiamato dalla coinquilina bengalese, che però si era nel frattempo dileguata.
Strettissimo, ora, il riserbo dei familiari, che stanno pensando soltanto a riportare al più presto la salma in Sardegna per i funerali. Gli amici di Pietro lo ricordano come un ragazzo buono e allegro e anche i vicini di casa londinesi ricordano i suoi modi gentili ogni volta che lo incrociavano in sella alla sua bicicletta.

LEGGI ANCHE: RAGAZZO ITALIANO UCCISO A LONDRA: UNA DONNA SOTTO TORCHIO A SCOTLAND YARD

 

Sorgente: Ragazzo sardo ucciso a Londra: la coinquilina ha confessato. Ma perché l’ha ucciso? – VelvetNews

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv