Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Mdp sbarra la strada a Renzi (e alla sua idea di fare le primarie con Pisapia)

Enrico Rossi: “L’ex premier è un piazzista”

Mdp sbarra la strada a Renzi e alla sua idea di fare primarie con Giuliano Pisapia. “Mi pare che Renzi faccia un po’ il piazzista”. Lo ha detto Enrico Rossi, governatore della Toscana ed esponente di Mdp, a margine del Notaract Festival a Firenze. “Prende i colpi un giorno sì e l’altro pure – ha affermato – poi improvvisamente cambia linea, forse vuole anche distogliere l’attenzione, da un lato con una mano fa l’accordo con Berlusconi sulla Rai, così risulterebbe, dall’altro si rivolge a Pisapia per non si sa bene quali intese”.Secondo Rossi “vogliamo una forza che sia fatta a sinistra del Pd, e composta da tutti coloro che di sinistra e di centro-sinistra non si riconoscono nel Pd di Renzi, per tante ragioni, molte delle quali anche evidenti, per uno spostamento a destra di questa partita. Credo che abbia senso procedere non tanto ad una consultazione di coalizione per stabilire il premier, perché oltretutto non è più attuale ormai. Il sindaco d’Italia, questa storia è finita da tempo, ha avuto un colpo esiziale il 4 dicembre. Bisogna piuttosto parlare di contenuti, quindi che il Pd ci dica quali sono i suoi contenuti: noi pensiamo che sia necessaria una svolta profonda nelle politiche economiche e sociali”.

“La proposta a Giuliano Pisapia di presentarsi insieme al Senato è una polpetta avvelenata da rispedire al mittente”, ha sottolineato Massimo Paolucci, europarlamentare di Articolo1 – Mdp, secondo il quale “la disinvoltura e la spregiudicatezza con cui il PD di Renzi cambia opinione, a giorni alterni, sono assolutamente disarmanti: con la destra sui voucher, con Berlusconi, Alfano e Verdini in tantissimi comuni per le amministrative, con la banda dei quattro per la riforma elettorale”.

“Noi dobbiamo essere chiari: non esistono le condizioni minime per svolgere insieme al Pdr le primarie di coalizione. Senza una chiara alleanza politica, un simbolo ed una piattaforma comune – sottolinea Paolucci- sarebbe una grave errore, una decisione incomprensibile per milioni di nostri elettori delusi dalle scelte fatte, in questi anni, su tasse, lavoro, scuola, politiche sociali, investimenti”. “Non dobbiamo perdere tempo: ricostruire un vero centrosinistra alternativo al PDR – conclude – è l’unica strada percorribile per fermare la destra ed il movimento Cinque Stelle”.

Sorgente: Mdp sbarra la strada a Renzi (e alla sua idea di fare le primarie con Pisapia)

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *