Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Londra, l’Isis rivendica l’attacco. Corbyn: “May deve dimettersi” – Rai News

Duro attacco dell’opposizione: “May deve dimettersi per i tagli ai fondi per la sicurezza”. La premier si difende: “Le risorse sono appropriate” Attacchi di Londra, nel 2016 uno dei presunti killer in preghiera con la bandiera dell’ISIS Terrore a Londra: investono e accoltellano, sette passanti morti. Perquisita la casa del killer Theresa May: “Livello di allerta terrorismo innalzato da grave a critico” Elezioni nel Regno Unito, question Time May-Corbyn: ancora un pareggio

05 giugno 2017

Per il Regno Unito oggi è il giorno dello scontro politico. Sotto accusa Theresa May, come premier ma soprattutto come ex ministro degli Interni, per i tagli ai fondi della polizia.Corbyn: May si dimetta dimettersiIl leader laburista Jeremy Corbyn invoca apertamente le dimissioni del capo del governo ancor prima delle elezioni di giovedì 8 “per aver presieduto ai tagli” imposti alle forze di polizia mentre era ministro dell’Interno. Intanto YouGov pronostica in ulteriore recupero i laburisti, indicando a quota 268, dieci in più della stima precedente, il bottino di deputati che il partito di Corbyn potrebbe avere nella prossima Camera dei Comuni. Facendo una media di tutti i sondaggi il Partito Conservatore si attesta al 44% contro un Labour al 37: lo scarto è di 7 punti, più che dimezzato rispetto alle medie dell’inizio della campagna elettorale.May: fondi adeguati, Labour prima non voleva aumentarliSi difende Theresa May: la polizia di Londra ha le risorse appropriate e il governo protegge il bilancio delle forze dell’ordine dal 2015. Poi contrattacca sul piano politico: il Labour -ricorda – era contrario ad un aumento della spesa in favore della polizia e il suo stesso leader, Jeremy Corbyn, si era opposto a dare maggiori poteri alle forze dell’ordine.Scotland Yard: il governo dovrebbe rivedere i fondiCressida Dick, comandante di Scotland Yard, ha fatto sapere che “sarebbe appropriato” rivedere le risorse a disposizione della Met Police, soprattutto dopo i recenti attacchi terroristici. I tagli e le conseguenzeI calcoli li hanno fatti gli esperti di sicurezza cge concordano nel criticare la riduzione di 20 mila agenti in nome dell’austerità portata avanti dai governi conservatori con l’obiettivo di contenere la spesa pubblica. In particolar modo le critiche si concentrano sul numero di agenti armati che possono effettivamente essere messi in servizio oggi nelle strade, troppo basso rispetto alle necessità richiesrte emergenza dopo la serie di attacchi che hanno colpito il Regno Unito. La rivendicazione dell’ISISEra atteso, il sigillo dello Stato Islamico sull’attacco terroristico che ha sconvolto la capitale britanniche a quattro giorni dalle elezioni anticipate. “Un distaccamento di nostri combattenti hab portato a termine l’azione”, si legge sull’agenzia Amaq, il suo organo di propaganda. Ora anche Scotland Yard conosce la loro identità ma attende un momento operativamente adatto per comunicarli alla stampa.Uno dei killer era già noto alla poliziaE’ un’italiana, Enrica Gasparri, vicina di casa di uno degli attentatori, noto come ABS, a spiegare di averlo denunciato due anni fa. Tentava di radicalizzare i bambini al parco giochi – ha raccontato all’indomani dell’attentato – anche uno dei suoi figli era tornato a casa chiedendo di diventare musulmano. La donna aveva avvertito il commissariato locale che si era messo in contatto con Scotland Yard, poi non aveva più saputo nulla.Chrissy, angelo dei senzatetto: identificata la prima vittimaCanadese, approdata in Europa per raggiungere il findazato. Christine Archibald, per tutti Chrissy, prima di trasferirsi lavorava in una comunità di supporto per i senzatetto. Theresa May: enough is enough Le prime parole della premier dopo la tragedia di London Bridge e Borough Market fanno intendere che stia per arrivare un giro di vite: quando è troppo è troppo, in questo Paese c’è troppa tolleranza verso l’estremismo, servono misure più dure per identificarlo ed estirparlo. Su questo, precisa, ci sarà un grande dibattito. Una presa di posizione dura che ancora una volta le recapita le critiche dell’opposizione e di parte della comunità musulmana: “May vuole criminalizzarci”. Da ultimo la premier chiede alle comunità di abbracciare quelli che considera i valori universali del Paese: “Dobbiamo unirci nell’affrontare l’estremismo, e dobbiamo condurre le nostre vite non in una serie di comunità separate e segregate, ma come un unico vero Regno Unito”. Trump: vi proteggeremo “Questo spargimento di sangue deve finire e finirà, proteggerò gli Usa e i nostri alleati” ha detto Donald Trump promettendo che impedirà con tutti i mezzi che questi atti di terrorismo si estendano all’America.

Sorgente: Londra, l’Isis rivendica l’attacco. Corbyn: “May deve dimettersi” – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *