Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Lavoro – Giovanni De Mauro – Internazionale

internazionale.it – Lavoro –  di Giovanni De Mauro, direttore di Internazionale

“Intorno al lavoro si edifica l’intero patto sociale. Quando non si lavora, o si lavora male, si lavora poco o si lavora troppo, è la democrazia che entra in crisi, è tutto il patto sociale.

È anche questo il senso dell’articolo 1 della Costituzione italiana, che è molto bello: ‘L’Italia è una repubblica democratica, fondata sul lavoro’. In base a questo possiamo dire che togliere il lavoro alla gente o sfruttare la gente con lavoro indegno o malpagato è anticostituzionale.

Se non fosse fondata sul lavoro, la repubblica italiana non sarebbe una democrazia. (…) L’impresa è prima di tutto cooperazione, mutua assistenza, reciprocità.

Quando un’impresa crea scientificamente un sistema di incentivi individuali che mettono i lavoratori in competizione tra loro, magari nel breve periodo può ottenere qualche vantaggio, ma finisce presto per minare quel tessuto di fiducia che è l’anima di ogni organizzazione. Bisogna dire con forza che questa cultura competitiva tra i lavoratori dentro l’impresa è un errore.

L’Erasmus aiuta a trovare lavoro

Un altro valore che in realtà è un disvalore è la tanto osannata ‘meritocrazia’. La meritocrazia affascina molto perché usa una parola bella: il ‘merito’; ma siccome la strumentalizza e la usa in modo ideologico, la snatura e la perverte.

La meritocrazia, al di là della buona fede dei tanti che la invocano, sta diventando una legittimazione etica della disuguaglianza. Tramite la meritocrazia, il nuovo capitalismo dà una veste morale alla disuguaglianza. (…)

Alla Coca-Cola di Nogara i rapporti tra azienda e lavoratori sono sempre più spietati

Una seconda conseguenza della cosiddetta ‘meritocrazia’ è il cambiamento della cultura della povertà.

Il povero è considerato un demeritevole e quindi un colpevole. E se la povertà è colpa del povero, i ricchi sono esonerati dal fare qualcosa”. –Jorge Mario Bergoglio, stabilimento Ilva di Genova, 27 maggio 2017

Questa rubrica è stata pubblicata il 31 maggio 2017 a pagina 5 di Internazionale.

Sorgente: Lavoro – Giovanni De Mauro – Internazionale

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *