Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

La Camorra sporca le elezioni, tre arresti – Tiscali Notizie

Redazione Tiscali

Redazione Tiscali

Prometteva alcune decine di euro in cambio del voto per il “proprio” candidato la banda scoperta dai carabinieri a Sant’Antimo (Napoli) in possesso di 321 tessere elettorali. I tre finiti in manette sono due incensurati, di 54 e 24 anni, e un pluripregiudicato di 41 anni. Il candidato in questione è appartenente a una delle numerose liste civiche in lizza per le amministrative nella città di 34mila abitanti a nord di Napoli. Alcuni dei titolari delle tessere, sentiti dai carabinieri, hanno confessato di aver consegnato il documento elettorale ai tre, con l’impegno di passare a riprenderlo e di votare per il candidato indicato nel facsimile di scheda all’interno, in cambio di somme di denaro oscillanti fra i 30 e i 50 euro. I militari, insospettiti dall’insolito viavai, hanno fatto irruzione nella casa del 54enne, un disoccupato, scoprendo i tre alle prese con tessere e pubblicità elettorali. Il voto a Sant’Antimo prosegue.

Non si conoscono i nomi dei candidati “sponsorizzati”

L’amministrazione uscente di Sant’Antimo è guidata dal sindaco Francesco Piemonte, alla guida di una amministrazione di centrodestra, che non si è ripresentato. Sei i candidati sindaco in lizza: Aurelio Russo (Pd più civiche), Nicola Chiantese (M5s), Corrado Chiariello (Fi, Nuovo Psi e civiche), Adriana Palladino (Udc), Giuseppe Italia (Dema e una civica), Salvatore Castiglione (Fdi più civica). Al momento non si conoscono i nomi degli arrestati né è stato reso noto il nome dei candidati indicati nei facsimile di scheda contenuti nelle tessere elettorali.

Elezioni comunali in 1.004 città

Intanto, nei restanti 1.003 comuni, le elezioni per nominare i nuovi sindaci e i consigli comunali proseguono senza particolari problemi. Si sono aperti alle ore 7 i seggi per le elezioni. L’affluenza rilevata alle 12 è stata del 19,36% (il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e Sicilia). Nelle precedenti omologhe alle ore 12 la percentuale dei votanti si era attestò al 13%, ma si votò in due giorni. Alle europee del 2014, quando le urne restarono aperte un solo giorno e fu chiamato alle urne l’intero corpo elettorale, l’affluenza alle urne fu del 16,67%.

Grillo al seggio col casco in testa

In quella che si afferma come la tornata elettorale della fuga dai partiti (la stragrande maggioranza delle liste è civica) si fa notare Beppe Grillo che arriva al seggio al seggio di sant’Ilario, sulle colline a levante di Genova, a cavallo del suo scooter, insieme alla moglie Parvin. Entrato nel seggio non si toglie il casco neanche dentro la cabina elettorale e, tampinato dai giornalisti, non rilascia dichiarazioni ma si concede con generosità ai fotografi. Parla invece attraverso il suo profilo Facebook e dice: “Oggi, insieme a nove milioni di italiani, sono chiamato al voto per scegliere il sindaco della mia città. Invito tutti ad andare a votare: è importante! Il MoVimento 5 Stelle è presente con le sue liste in 225 comuni ed è la forza politica nazionale più presente a questa tornata, il Pd infatti si presenta con il suo simbolo in appena 134 comuni”, aggiungendo poi a grandi lettere “Andate a votare”.

Nove milioni al voto

Complessivamente a questa tornata elettorale sono interessati 9.172.026 elettori, dei quali 4.428.389 di sesso maschile e 4.743.637 di sesso femminile, in 10.822 sezioni elettorali. Lo scrutinio dei voti inizierà a partire dalle 23, al termine delle operazioni di voto e dell’accertamento del numero dei votanti.

La tornata amministrativa interessa, in particolare, quattro capoluoghi di Regione: Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila; e 21 di provincia: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto e Trapani.

> Tutto quello che c’è da sapere

Tessera elettorale e documento

Il Ministero dell’Interno ricorda che gli elettori, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente.

Sorgente: La Camorra sporca le elezioni, tre arresti – Tiscali Notizie

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *