Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Incendio grattacielo Londra, le testimonianze: “Le persone gettavano i figli dalle finestre per salvarli” – Il Fatto Quotidiano

ilfattoquotidiano.it – Incendio grattacielo Londra, le testimonianze: “Le persone gettavano i figli dalle finestre per salvarli”. Chi abita nelle vicinanze racconta di aver “sentito grida d’aiuto” e visto persone lanciarsi nel vuoto per salvarsi. Perfino i vigili del fuoco ammettono di “non aver mai visto nulla di questa portata” – Londra, grattacielo in fiamme: “Ci sono morti”

Genitori costretti a gettare i figli dalle finestre per salvarli, persone che saltavano nel vuoto per sfuggire alle fiamme. Sono alcune delle tragiche testimonianze dei sopravvissuti all’incendio alla Grenfell Tower di Londra. “Si sentiva gente gridare: aiutatemi, aiutatemi. E gente che lanciava i propri bambini urlando, ‘Salvate i miei figli”, nonostante i pompieri “dicessero di stare fermi e che sarebbe arrivati loro a prenderli”, ha raccontato una testimone alla Bbc.

VIDEO – Urla e lacrime davanti al grattacielo in fiamme. Le immagini amatoriali del rogo 

Molti testimoni raccontano che “l’allarme antincendio non ha funzionato” e di aver visto con i loro occhi persone si sarebbero lanciate dalle finestre della Grenfell Tower, dove erano rimaste intrappolate dall’incendio che sta distruggendo l’edificio di 24 piani. Perfino i vigili del fuoco hanno ammesso di non aver mai visto niente del genere: le fiamme in soli sei minuti hanno avvolto gran parte dell’edificio.

video – Londra, quel che rimane del grattacielo dopo le fiamme: lo scheletro della Grenfell Tower avvolto da una nuvola di fumo

“Questo è un incidente senza precedenti. Nei miei 29 anni come pompiere non ho mai visto nulla di questa portata”, ha detto la responsabile dei vigili del fuoco di Londra, Dany Cotton, citata dal Guardian.

Cotton ha inoltre assicurato che i suoi uomini continueranno a lavorare “giorno e notte” per condurre tutte le ispezioni del caso e risalire alle cause esatte di questo disastro. Per ora le condizioni restano “difficili”, ma il grattacielo, per quanto devastato, risulta al momento agibile per le squadre di soccorso e non è a rischio imminente di crollo. “La stabilità dell’edificio è monitorata costantemente”.

Una ragazza ai microfoni di SkyNews ha detto di aver visto con i suoi occhi una persona saltare giù dalla finestra aperta, ma anche altri testimoni raccontano di aver visto con i loro occhi la stessa scena, di persone che preferivano gettarsi piuttosto che essere raggiunti dal fuoco.

L’agenzia britannica PA cita un’inquilina del palazzo sopravvissuta, che ha riportato una conversazione telefonica tra una persona all’esterno dell’edificio e un inquilino del settimo piano: prima avrebbe chiesto aiuto, poi si sarebbe lanciato nel vuoto.

Chi abitava nelle vicinanze ha sentito le persone invocare soccorso. “Sento grida d’aiuto mentre le fiamme divampano”, ha scritto fra gli altri su Twitter Fabio Bebber, da una casa vicina.

We can hear fire brigade replying to people who are still trapped

Altri hanno udito gridare “al fuoco” e visto cadere detriti. George Clarke, presentatore del programma “Amazing Spaces”, ha detto a Radio 5 Live di essere coperto di cenere pur trovandosi a 100 metri dal luogo dell’incendio.

Ha aggiunto di aver visto persone con torce elettriche dai piani alti del grattacielo e i soccorritori “fare un lavoro incredibile” cercando di portare le persone fuori dall’edificio.

Londra, incendio in grattacielo di 24 piani. “Morti e almeno 50 feriti. C’erano state denunce su scarsa sicurezza” – FOTO e VIDEO

“Sono state le grida della gente a salvarmi, non l’allarme antincendio, che non ha funzionato”, ha raccontato Paul Munakr, uno dei primi residenti della Grenfell Tower sentiti dalla Bbc fra coloro che sono riusciti a sfuggire dall’inferno di fiamme di stanotte. Munakr ha detto anche di aver sentito qualcuno dire a qualcun altro di “non lanciarsi della finestre”.

Il superstite ha spiegato che lui viveva al settimo piano ed riuscito a uscire fuggendo per le scale. Anche Zoe, un’inquilina del quarto piano dell’edificio, intervistata dalla Bbc ha raccontato di essere stata svegliata da un vicino che bussava alla sua porta, dicendole di scappare: l’allarme antincendio che non ha suonato.

Ha aggiunto di essere rimasta nell’appartamento poco di più, solo per il tempo di vestirsi, e quando è uscita il corridoio era già invaso dal fumo: “Il modo in cui si diffondeva velocemente dal quarto piano, per tutto lo spazio fino al 23esimo piano, era spaventoso“.

Racconti simili da altri inquilini dei piani bassi, alcuni dei quali hanno ipotizzato che il primo focolaio possa essere stato al quarto piano. Restano invece incertezze e dubbi sulla sorte di alcune delle persone che abitavano ai piani alti.

Sorgente: Incendio grattacielo Londra, le testimonianze: “Le persone gettavano i figli dalle finestre per salvarli” – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv