Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Chi sono gli unionisti del Dup? — L’Indro

lindro.it – Chi sono gli unionisti del Dup? La formazione ultra-conservatrice dell’Ulster, favorevole a una Brexit morbida, ecco come potrebbe condizionare il Governo May.

Ieri è stato sancito l’accordo tra Theresa May e il Partito democratico unionista (Dup) nordirlandese per la formazione di un nuovo Governo nel Regno Unito.

L’intesa, raggiunta a Downing street fra la premier britannica uscente e la leader del Dup, Arlene Foster, e poi sottoscritta dai due capogruppo, Gavin Wiliamson per i conservatori e Jeffrey Donaldson per il Dup, prevede che i 10 deputati unionisti garantiranno per 5 anni al nuovo esecutivo la sopravvivenza nei voti cruciali.

In cambio la May si è impegnata per un ricco pacchetto economico a favore di Belfast, con uno stanziamento ulteriore di un miliardo di sterline (1,1 miliardi di euro) rispetto ai 500 milioni previsti.

I deputati della formazione ultra-conservatrice dell’Ulster voteranno l’approvazione del discorso della Regina sul programma di Governo pronunciato una settimana fa, o i voti sulla Brexit o sulla sicurezza, ma senza che si crei una vera coalizione.

Le risorse, come ha spiegato la Foster, saranno usate per dare impulso all’economia della regione e investire in nuove infrastrutture, nell’educazione e nella sanità.

L’intesa arriva dopo due settimane di negoziati, seguiti alle elezioni anticipate dell’8 giugno in cui i Tory hanno perso la maggioranza assoluta fermandosi a 317 seggi, 13 in meno.

Il rischio, si fa notare da più parti, è che Downing Street perda la sua imparzialità nel gestire la condivisione del potere a Belfast fra nazionalisti cattolici e unionisti protestanti, prevista dagli accordi di pace per l’Ulster.

Per la May, però, l’accordo «permetterà di lavorare assieme nell’interesse dell’intero Regno Unito, per darci la certezza di cui abbiamo bisogno mentre ci apprestiamo ad uscire dall’Unione Europea, e aiutarci a costruire una società più forte ed equa»,

Il Dup potrebbe condizionare le politiche Tory, ad esempio chiedendo una speciale copertura sociale per le famiglie dei militari e dei reduci alla quale si oppongono invece i repubblicani del Sinn Fein perche’ temono che cosi’ vengano premiati soldati che hanno preso parte al conflitto nordirlandese.

Contrari all’aborto e ai matrimoni gay (tuttora illegali nel Nordirlanda), il Dup è a favore di un accordo morbido sulla Brexit che permetta di mantenere la libera circolazione nell’Ue e l’apertura del confine con la Repubblica d’Irlanda.

Vuole inoltre mantenere il ‘triple lock’, un meccanismo che prevede un incremento annuale automatico delle pensioni, così come il ‘winter fuel payment’, un’indennità per il riscaldamento invernale destinato ai pensionati, che potrebbero finire sotto la scure Tory.

Il Dup, fondato nel 1971, è il maggiore dei movimenti unionisti, formati da cittadini nordirlandesi protestanti contrari all’indipendenza dell’Irlanda del Nord e favorevoli a rimanere parte del Regno Unito.

Fondato  da un leader religioso fondamentalista dell’Irlanda del Nord, Ian Paisley, è stato per anni uno dei partiti con la linea più dura verso i negoziati con i partiti nordirlandesi che rappresentano i cattolici favorevoli all’unione con la Repubblica d’Irlanda.

Il Dup si oppone ai matrimoni gay ed è contro l’aborto. Sul tema dei cambiamenti climatici il partito non ha una posizione ufficiale, ma tempo fa il Ministero dell’Ambiente dell’Irlanda del Nord fu affidato a un negazionista.

Sui temi economici il Dup è favorevole a una spesa pubblica più alta, in particolare riguardo a sanità e pensioni. Chiede una speciale copertura sociale per le famiglie dei militari e dei reduci alla quale si oppongono invece i repubblicani del Sinn Fein perchè temono che cosi’ vengano premiati soldati che hanno preso parte al conflitto nordirlandese.

Quando alla Brexit, il partito vuole un accordo morbido che permetta di mantenere la libera circolazione nell’Ue e l’apertura del confine con la Repubblica d’Irlanda.

Nel 2007 il Dup, che ha ammorbidito alcune posizioni, si è accordato con il principale partito degli irlandesi cattolici, lo Sinn Fein, con il quale si è diviso gli incarichi di governo nell’amministrazione semi-autonoma dell’Irlanda del Nord.

Ma lo scorso gennaio la leader Arlene Foster è stata coinvolta in uno scandalo che ha portato alle dimissioni dal governo di alcuni componenti del Sinn Fein e nelle successive elezioni i due partiti hanno ottenuto più o meno gli stessi voti, il che ha reso impossibile la formazione di un nuovo governo nella regione.

Protagonista del negoziato con il premier britannico Theresa May è stata proprio la 46enne ex First Minister nordirlanedese, il cui padre fu colpito e ferito gravemente dall’Ira quando lei aveva otto anni.

Gli Unionisti hanno sostenuto i Conservatori anche nel corso dell’ultima legislatura, iniziata nel 2015 con il premier David Cameron. Si trattò di un accordo informale che non vide nessun membro del Dup far parte del Governo.

Sorgente: Chi sono gli unionisti del Dup? — L’Indro

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *