Berlino, 30 giugno 2017 – I matrimoni gay sono legali in Germania. Dopo l’apertura nei giorni scorsi di Angela Merkel a un voto di coscienza, in realtà sotto pressione di alleati socialdemocratici e opposizione, oggi il Bundestag tedesco ha approvato a maggioranza le nozze per tutti a maggioranza.

E’ un voto storico che rende possibile la piena parificazione delle unioni gay con i matrimoni eterosessuali. A favore hanno votato sì 393 deputati, hanno votato no in 226 e 4 si sono astenuti.

Il codice civile cambia stabilendo che “il matrimonio è stipulato a vita tra due persone di sesso diverso o dello stesso sesso” e garantisce alle coppie gay una serie di diritti tra cui l’adozione. Infatti dal 2001 le coppie gay e lesbiche in Germania già possono unirsi in un’unione civile.

MERKEL: IO HO VOTATO NO – “Per me il matrimonio è fondamentalmente un’unione fra uomo e donna, e per questo ho votato contro”. Lo ha rivelato la stessa Angela Merkel, dopo il voto in Bundestag. “È stato un dibattito lungo intenso ed emotivo, e spero ci sia rispetto per entrambe le parti”, ha aggiunto la cancelliera.

La Merkel avrebbe preferito un voto nella prossima legislatura, dopo le elezioni di settembre. La legge e la misura dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno.

L’AVVERSARIO SCHULTZ FELICE – Martin Schulz, candidato socialdemocratico alla cancelleria tedesca, ha espresso soddisfazione per l’approvazione da parte della camera bassa del parlamento del testo di legge che autorizza i matrimoni omosessuali.

“Fare progressi è possibile. Siamo ora il ventitreesimo Paese al mondo ad avere l’eguaglianza dei matrimoni. Sono felice per tutte le future coppie sposate”, ha twittato.