Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

G7 Ambiente a Bologna, domenica centro chiuso dalle 8 alle 24 – Cronaca – ilrestodelcarlino.it

Risultati immagini per Bolognailrestodelcarlino.it/bologna – G7 Ambiente a Bologna, domenica centro chiuso dalle 8 alle 24L’ordinanza del Comune, dalle 12 alle 24 anche divieto di transito a piedi a meno di mostrare un documento. Ecco tutte le disposizioni – di FRANCESCO PANDOLFI

Bologna – La zona rossa intorno Palazzo Re Enzo, alla fine, ci sarà. In vista del G7 sull’Ambiente, che si terrà da venerdì a domenica, il Comune, infatti, tramite una delibera, ha disposto che domenica 11 giugno dalle 8 alle 24, per motivi di sicurezza sarà in vigore il «divieto di sosta con rimozione forzata di qualsiasi veicolo, compresi motoveicoli, ciclomotori e biciclette», tra le vie del centro, come Ugo Bassi, Indipendenza, Rizzoli, Archiginnasio e nelle piazze Maggiore, Nettuno, Re Enzo, Galvani e Roosevelt, oltre che «per un tratto di 50 metri delle strade che le intersecano dall’incrocio con le stesse».

Sicurezza G7, ecco il piano di sicurezza

Inoltre, in quelle stesse strade, dalle 12 alle 24 scatterà anche il divieto di transito veicolare e pedonale: piazza Maggiore; piazza Re Enzo; piazza Nettuno; via Rizzoli da via Indipendenza sino all’incrocio con via degli Artieri; via Ugo Bassi da via Oleari a via Indipendenza; piazza Roosevelt; via Venezian; via della Zecca dall’incrocio con piazza Roosevelt a via IV novembre; via IV Novembre da via Volto Santo a via D’Azeglio; via de’ Pignattari; piazza Galileo da via Battibecco a via IV Novembre; via Archiginnasio da piazza Maggiore a via de’ Foscherari; via Indipendenza dall’incrocio con le vie Ugo Bassi e Rizzoli sino all’incrocio con via Altabella..

Il Comune, però, ha subito voluto specificare che non si tratterebbe di una vera e propria zona rosssa, visto che a residenti e commercianti verrà dato il permesso di passare mostrando un documento che ne attesti la residenza o presentando «opportuna documentazione attestante i motivi dell’ingresso nelle strade e zone suddette».

Una disposizione, questa, che quindi punterebbe a tenere lontani da quelle strade i manifestanti che per domenica pomeriggio hanno annunciato un corteo di protesta contro il G7.

“L’ordinanza del Comune – spiega l’amministrazione in una nota – è esclusivamente basata sulle richieste ricevute dalla Questura. Si tratta di misure dettate dalle esigenze di controllo antiterrorismo e di tutela della sicurezza delle persone con limitate aree di interdizione anche al passaggio pedonale se non in possesso di documenti di identità che attestino la residenza o di specifica autorizzazione della Questura”.

E le reazioni dei collettivi, tra cui Tpo, Làbas, Link, che si sono riuniti dietro la sigla G7M-Ambiente alla base, non al vertice, non si è fatta attendere. «Ieri una delegazione di attivisti si è recata in questura per presentare il percorso della manifestazione. Dopo aver discusso varie ipotesi conciliabili con le attività e con la vita dei cittadini bolognesi, oggi abbiamo inviato un fax con le vie che la manifestazione intenderà attraversare.

Tutto questo è successo prima che il sindaco emettesse una ordinanza che, di fatto, vieta la circolazione di qualsiasi mezzo e persona nelle vie e nelle piazze del centro storico di Bologna durante la giornata di domenica – scrivono gli attivisti su Facebook -. L’ordinanza è assurda, irresponsabile e, soprattutto, politicamente schierata perché evidentemente permette di prendere parola sui temi ambientali solo alle realtà compatibili con la linea del governo.

Per queste ragioni ci auspichiamo che: la cena di gala venga annullata, l’ordinanza venga cancellata, il percorso della manifestazione non venga alterato da prescrizioni».

Molto critica per questa scelta del Comune è anche Coalizione Civica: «Abbiamo chiesto, anche in Consiglio Comunale, che Bologna rimanesse città libera nelle giornate del G7 sull’ambiente – si legge sulla pagina Facebook di Coalizione Civica – ed invece osserviamo come la città sia sequestrata per una cena di gala e per lo svolgimento del vertice, a scapito del diritto a manifestare, costituzionalmente garantito. Altro che G7 aperto, altro che democrazia».

Sorgente: G7 Ambiente a Bologna, domenica centro chiuso dalle 8 alle 24 – Cronaca – ilrestodelcarlino.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *