Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Elezioni comunali, i risultati in diretta. Exit poll: M5S fuori da tutti i grandi ballottaggi – La Stampa

In quattro capoluoghi su sette la sfida è tra centro destra e centro sinistra

Il Movimento Cinque Stelle sarebbe fuori dai ballottaggi delle principali città al voto: è questo il dato più rilevante emerso dai primi exit poll dopo la giornata di votazioni. Su un totale di 3.939 liste presentate, 2.902 sono civiche. Il Movimento Cinque Stelle ha presentato 181 liste, il Pd 134, la Lega 123, Forza Italia 108, Fratelli d’Italia 73. Mentre Matteo Renzi non si è visto nelle città al voto, Beppe Grillo negli ultimi giorni di campagna elettorale è stato in Piemonte, a Taranto, a Palermo e per finire a Genova, nella sua città.

 

I dati dell’affluenza

Chiusi alle 23 i seggi per le elezioni amministrative, in cui si eleggono i sindaci e i consiglieri comunali. Si è votato in 1.004 comuni, tra cui 21 capoluoghi di provincia e 4 capoluoghi di regione. L’affluenza alle 12 era del 19%, alle 19 del 42%. Alle 23, orario di chiusura delle urne, si attesta poco sopra il 61%. Alle precedenti amministrative, era stata del 68%.

 

LEGGI ANCHE // La grande fuga dei partiti. Boom di liste civiche nelle sfide per i sindaci

 

A Palermo il voto dell’11 giugno è ancora una volta è un referendum sull’uscente Leoluca Orlando, che tenta di acciuffare quel 40% che lo re-incoronerebbe al primo turno, come prevede la legge elettorale siciliana. A Verona i candidati sindaco sono nove, sei vicini al centro-destra: tra loro c’è Patrizia Bisinella, senatrice di Fare!, compagna del sindaco uscente Flavio Tosi. Negli ultimi sei mesi a Padova è successo di tutto. La città è sempre stata in mano al centrosinistra, la sfida è tra Massimo Bitonci, ex sindaco della Lega Nord sfiduciato dalla sua stessa maggioranza, e Sergio Giordani del Pd. A Parma l’epurato Pizzarotti sogna la vendetta con il bis: gli sfidanti sono nove, ma il vero rivale è il centro sinistra. Incerta la situazione a Genova: le elezioni comunali nel capoluogo ligure, dove il centrosinistra regna incontrastato da una quarantina d’anni, sono un test nazionale per tutti gli schieramenti.

 

I risultati secondo gli exit poll dell’istituto Piepoli

A L’Aquila secondo il secondo exit poll di Piepoli per la Rai, il candidato sindaco di centrosinistra Americo Di Benedetto è al 44-48%, Pieluigi Biondi, centrodestra, al 41-45%. A Verona testa a testa tra il candidato del centro destra Federico Sboarina e il centro sinistra di Orietta Salemi, entrambi dati tra il 22 e il 26%. Nella sfida a sindaco di Catanzaro andrebbero al ballottaggio Sergio Abramo, centrodestra, e il civico Nicola Fiorita, mentre centrosinistra e M5s sarebbero fuori. In quattro capoluoghi su sette la sfida è tra centro destra e centro sinistra. In base al secondo exit poll di Piepoli per la Rai, a Taranto la candidata sindaca Stefania Baldassarri (centrodestra) è al 22-26%, Rinaldo Melucci (centrosinistra) al 10-14%, Francesco Nevoli (M5S) al 10-14%; Mario Cito (lista civica) 10-14%.

 

Palermo, il sindaco uscente Orlando verso la vittoria al primo turno

«In attesa di risultati certi, sembra evidente che la mia candidatura tra tutte le candidature delle grandi città italiane è quella che riporta il miglior risultato, il che costituisce la conferma del riconoscimento di un cambiamento che deve continuare dopo gli anni devastanti del governo di centro destra». Secondo le proiezioni, Orlando sarebbe tra il 41e il 45 per cento, seguito da Fabrizio Ferrandelli del centrodestra fermo tra il 30 e il 34 per cento. Terzo, sempre secondo le proiezioni, Ugo Forello del M5S tra il 14 e il 18 per cento. «La città, secondo quanto dicono questi numeri dell’exit poll – dice ancora Giambrone, ex senatore Idv – ci chiede di andare avanti». «Noi non abbiamo avuto padrini o padroni che sono venuti da Roma, come i ministri arrivati a sostegno del sindaco uscente Leoluca Orlando, o come Beppe Grillo per il M5S» ribatte Rosi Pennino, assessora designata del candidato sindaco Fabrizio Ferrandelli, commentando i primi dati degli exit poll che darebbero in vantaggio Orlando.

 

Parma, ballottaggio tra Pizzarotti, ex M5S, e Scarpa, centrosinistra

Secondo il primo exit poll diffuso da Piepoli per la Rai, a Parma il sindaco uscente Federico Pizzarotti è al 38-42%, Paolo Scarpa, centrosinistra, al 28-32%, la candidata del centrosinistra Laura Cavandoli al 13-17%, mentre Daniele Ghirarduzzi del Movimento Cinquestelle si ferma al 2-4%. La seconda proiezione conferma il ballottaggio tra Pizzarotti e Scarpa.

 

Genova, testa a testa tra centro destra e centro sinistra. Bassa l’affluenza, sotto al 50%

È stata del 48,38% l’affluenza alle urne rilevata alle 23 a Genova, alla chiusura, dove si è votato per il sindaco e per il consiglio comunale. «È stata una campagna elettorale anche difficile – ha detto Alessandro Terrile, segretario genovese del Pd- il distacco verso la politica è evidente. Per il dato definitivo sull’affluenza ci vorrà ancora tempo, ma per ora è bassa è un dato che Genova non aveva mai visto e deve far riflettere tutte le forze politiche coinvolte». Il segretario Pd di Genova ha poi risposto sugli exit poll pubblicati dall’Istituto Piepoli per Rai per le comunali del capoluogo ligure secondo i quali si profilerebbe un testa a testa tra il candidato di centrosinistra Gianni Crivello e quello di centrodestra Marco Bucci, entrambi compresi in una forbice tra il 33 e il 37%, mentre il candidato del M5S Luca Pirondini sarebbe tra il 18 e il 22%.

per ulteriori exit poll clicca sul link sottostante

 

Sorgente: Elezioni comunali, i risultati in diretta. Exit poll: M5S fuori da tutti i grandi ballottaggi – La Stampa

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv