Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Catanzaro, contro la celebrazione del fascismo NO alla via per Sergio Ramelli – Iacchite.com

Contro la celebrazione del fascismo NO ALLA VIA PER SERGIO RAMELLILa giunta comunale di Catanzaro nei mesi scorsi ha ufficialmente dato il consenso per l’intitolazione di una via della città a Sergio Ramelli (testualmente “a Sergio Ramelli e vittime del terrorismo”), militante milanese di estrema destra ucciso nel 1975.Nei comunicati circolati in proposito, sul web e non, è evidente la volontà di rivendicare Ramelli come “camerata caduto” ed il tentativo di camuffare questo atto in malo modo aggiungendo le “vittime del terrorismo” alla dicitura. In realtà non ci stupisce affatto un modus operandi ingannevole che punta a rendere tale iniziativa socialmente accettabile cavalcando l’indignazione popolare per i recenti fatti terroristici che niente hanno a che vedere con il fatto specifico.D’altra parte rimaniamo sbalorditi di fronte al candore e all’innocenza con cui i “camerati” (così è firmato il manifesto che invita alla cerimonia per il nuovo nome della via) commemorano un assassinio, seppur gli stessi camerati più e più volte, a Catanzaro e non solo, si sono macchiati di azioni di efferata violenza.Basterebbe citare proprio gli avvenimenti accaduti nello stesso periodo, ovvero a cavallo degli anni ’70 e ’80, come Piazza Fontana, Piazza della Loggia, la strage di Bologna, la strage di Gioia Tauro, o, proprio a Catanzaro, l’uccisione di Giuseppe Malacaria, avvenuta in seguito al lancio di bombe a mano provenienti dalla sede dell’MSI durante una manifestazione antifascista.

Sorgente: Catanzaro, contro la celebrazione del fascismo NO alla via per Sergio Ramelli – Iacchite.com

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv