Firenze, 25 giugno 2017 – Urne aperte per il turno di ballottaggio delle elezioni amministrative 2017. Occhi puntati su Carrara, Lucca e Pistoia in Toscana, mentre in Liguria, oltre che nel capoluogo regionale di Genova, si vota anche alla Spezia.

Le operazioni di voto si svolgono dalle 7 alle 23; lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura dei seggi.

Per il turno di ballottaggio nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, poiché al primo turno nessun candidato sindaco ha avuto la maggioranza assoluta dei voti, si sceglie tra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. L’elettore vota tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato che intende votare.

Al ballottaggio possono votare tutti gli aventi diritto, anche coloro che al primo turno non hanno votato. Attenzione però: chi ha maturato il diritto di voto dopo il primo turno dell’11 giugno (per esempio chi è diventato maggiorenne dopo l’11 giugno.

Si può votare solo nella sezione nelle cui liste si è iscritti; l’elettore dovrà esibire, oltre a un documento di riconoscimento, la tessera elettorale. Se la tessera è stata smarrita o non ha più spazi per il timbrom, ci si può rivolgere all’ufficio elettorale del proprio Comune di residenza per ottenere il duplicato.

A Lucca la sfida è tra il sindaco uscente Alessandro Tambellini, candidato del centrosinistra, che al primo ha ottenuto il 37,5% delle preferenze, e Remo Santini, candidato del centrodestra, che ha raccolto il 35% dei voti. A Pistoia a contendersi la carica di primo cittadino sono il sindaco uscente Samuele Bertinelli per il centrosinistra, che al primo turno ha ottenuto il 37,5 dei consensi e Alessandro Tomasi per il centrodestra, che ha raccolto il 26,7% dei voti. Al voto anche Carrara, dove la sfida è tra Francesco De Pasquale del M5s che lo scorso 11 giugno ha ottenuto il 27,3% delle preferenze e Andrea Zanetti, candidato di centrosinistra che ha avuto il 25,3.