Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Amministrative 2017: Bucci – Crivello, domenica 25 si vota ancora Ballottaggi anche a Chiavari e La Spezia|Risultati in Liguria L’affluenza crolla. Grande sconfitta per il M5S  | Il Secolo XIX

Genova – Saranno Marco Bucci (38,67%) e Gianni Crivello (33.44%) a sfidarsi al secondo turno per la poltrona di sindaco di Genova domenica 25 giugno. È l’esito del voto (tutti i risultati) che consegna uno scenario ben definito: centrodestra e centrosinistra separati da pochi voti, sconfitta del Movimento 5 Stelle, nella città di Beppe Grillo, escluso dal ballottaggio. Affluenza molto bassa, al 48,39% a Genova, meno 7 punti dalle ultime comunali.

«Un risultato storico» dice Bucci, commentando la conquista del ballottaggio. «Genova ha voglia di cambiare». Ribatte il candidato del centrosinistra Crivello in mattinata con un post su Facebook: «Ci sono tutte le condizioni affinché il centrosinistra vinca al ballottaggio: il vero risultato storico sarà il 25 di giugno».

Gli altri comuni liguri: Chiavari al ballottaggio | La Spezia al ballottaggio | Gli eletti in provincia di Imperia | Gli eletti in provincia di Savona | Gli eletti in provincia di Alessandria|

Aggiornamenti in tempo reale

ore 11.38 Bucci su Facebook a Crivello: «Sarebbe imbarazzato da me! Dovrebbe essere imbarazzato dal declino di Genova generato da lui e dalle sue Giunte

«Crivello sarebbe imbarazzato da me! Dovrebbe essere imbarazzato dal declino di Genova generato da lui e dalle sue Giunte dopo decenni di guida della città». Lo ha detto il candidato sindaco del centrodestra a Genova Marco Bucci che attacca il candidato del centrosinistra Gianni Crivello stamani nel suo primo post Fb dopo la conquista del ballottaggio. Crivello nel suo primo post a scrutinio terminato indica la strategia delle prossime due settimane di campagna elettorale senza nemmeno citare Bucci: «È finito il primo tempo di una partita giocata, come immaginavamo, sul filo del rasoio. Il dato sull’affluenza è il primo pensiero per chi fa politica. Ed è’ un dato che non può essere velocemente derubricato. Forse questo è il vero aspetto straordinario della serata. – commenta – Da domani inizia il secondo tempo. Si parte dallo zero a zero. Noi abbiamo il compito di recuperare l’indecisione di molti che, per questo, non si sono espressi. Da oggi siamo già al lavoro per vincere la vera partita che si deciderà il 25 giugno. Grazie di cuore a tutti i volontari e ai candidati della coalizione. da domani al lavoro insieme con ancora più forza!».

ore 11. 00 – Annullata la conferenza stampa di Pirondini

Dalle colline di Sant’Ilario al point di piazzetta Pollaiuoli, in pieno centro storico di Genova, regna il silenzio del Movimento 5 Stelle, fuori dal ballottaggio nella città di Grillo e del «caso Cassimatis». Attorno alla villa di Beppe Grillo nulla si muove questa mattina: il comico genovese è stato visto uscire ieri sera dopo le 19 e non è stato visto rientrare. Alle 12 di oggi era inoltre prevista una conferenza stampa sull’analisi del voto del candidato sindaco pentastellato Luca Pirondini, ma poco fa è stata annullata.

ore 9.10 – in Liguria 16 sindaci eletti al primo turno

In Liguria eletti i primi sindaci: nell’imperiese i comuni di Taggia, Pornassio, Triora e Bajardo hanno il sindaco già al primo turno e nel savonese sono stati eletti al primo turno i sindaci di Borghetto santo Spirito e Cairo (entrambi al centrodestra) Giusvalla, Calizzano, Altare e Boissano.

In provincia di Genova Arenzano rimette in sella il sindaco uscente al suo terzo mandato, Pieve Ligure che riconferma il sindaco primo cittadino da 10 anni, Ceranesi e il piccolissimo comune di Rovegno (554 abitanti di cui 478 elettori, affluenza record di oltre il 70%) che ha “ripescato” il sindaco che ha “occupato” la poltrona da primo cittadino tra il 2002 e il 2012 e Cicagna. Nello Spezzino, Luni. Solo due i sindaci donne, a Ceranesi e Boissano.

ore 8,34 – Crivello su Facebook: «Finisce il primo tempo di una partita giocata sul filo del rasoio»

«Finisce il primo tempo di una partita giocata, come immaginavamo, sul filo del rasoio. Il dato sull’affluenza è il primo pensiero per chi fa politica. Ed è un dato che non può essere velocemente derubricato. Da oggi inizia il secondo tempo». Così il candidato del centrosinistra alla poltrona di sindaco di Genova commenta sulla sua pagina Facebook il risultato che l’ha portato al ballottaggio con il candidato di centrodestra Marco Bucci. «Abbiamo il compito di recuperare l’indecisione di molti che non si sono espressi. Da oggi siamo già al lavoro per vincere la vera partita si deciderà il 25 giugno. Grazie di cuore a tutti i volontari e i candidati della coalizione. Da domani al lavoro insieme con ancora più forza».

ore 8.30 – La Spezia al ballottaggio, dati non definitivi

Anche a La Spezia il ballottaggio è tra centrodestra e centrosinistra: Peracchini contro Manfredini, sarà la sfida di domenica prossima.

ore 8.20 Chiavari ballottaggio Levaggi – Di Capua

A Chiavari , invece, lo scontro finale è tra il sindaco uscente Levaggi centrodestra e la lista civica di Di Capua.

ore 8.00 – La sconfitta dei 5 Stelle

Il primo dato evidente è la sconfitta in tutte le città del M5S: il Movimento di Grillo ha perso in tutte le città la possibilità di giocare la carta del ballottaggio. A partire proprio da Genova, dove il tonfo del candidato sindaco Luca Pirondini, fortemente voluto dal leader, ha provocato clamore.

Crivello: «Ora tutti al lavoro per convincere gli indecisi»

0:00
/
2:57

Bucci: «Un risultato storico per Genova»

0:00
/
2:41

L’altro dato, è la buona affermazione del centrodestra. Anche in questo caso, Genova ha fatto scuola. Il candidato Marco Bucci, sostenuto da Lega, Fi eFdi è in testa rispetto a Gianni Crivello, del centrosinistra ricompattat. Ma anche quello di Crivello è stato un buon risultato.

I risultati nel comune di Genova arrivati nella notte

Arenzano: lo storico sindaco di nuovo in sella

Ad Arenzano l’“usato sicuro” ha convinto ancora una volta gli arenzanesi: è nuovamente Luigi Gambino il sindaco di Arenzano. Eletto già tre volte primo cittadino, dopo due mandati e mezzo, Gambino torna negli uffici di Villa Negrotto Cambiaso per la quarta volta, con una squadra tutta nuova. Gambino ha vinto con il 34,28% (2.221 voti). A seguire Daniela Tedeschi (Apertamente Arenzano) con il 30,19% (1.956 voti).

Elezioni ad Arenzano: vince Luigi Gambino

0:00
/
1:39

Pieve, Olcese ha fatto tris

Alla fine il pronostico è stato rispettato: Adolfo Olcese, sindaco da 10 anni, si conferma e resterà ad amministrare il paese fino al 2022. La presenza di un candidato come Felice Migone, che era stato sindaco per i dieci anni precedenti proprio con Olcese in amministrazione, ha scalfito la percentuale della vittoria, che è stata del 40 per cento circa. Per il centro sinistra, la lista civica guidata da Paola Negro ha ottenuto un buon risultato, andando anche a sfiorare la vittoria in uno dei tre seggi seggi del paese. Ma alla fine Olcese ha preso 520 voti, 402 quelli ottenuti da Negro e 323 quelli andati a Migone.

Ceranesi, Molinari festeggia

Emanuela Molinari, 40 anni, architetto genovese, è il nuovo sindaco di Ceranesi. Con la sua lista “Bene Comune Ceranesi Insieme” ha sbaragliato la concorrenza superando gli altri tre candidati in corsa per la poltrona di primo cittadino: Gerardo Altosole per il Movimento cinque stelle, Francesca Pasqualino di “Vivere Ceranesi” e Angelo Valcarenghi per la lista “Centro Sinistra per Cerenesi”. La lista del nuovo sindaco ha trionfato con il 33,67 per cento dei voti. Al secondo posto il Movimento Cinque Stelle con il 26,68. A seguire gli altri movimenti “Vivere Ceranesi” e “Centrosinistra per Ceranesi” con rispettivamente il 22,57 e il 17,06 per cento di voti.

Rovegno, il voto ha premiato Isola

Un voto che pesa in una comunità piccola (478 elettori per 554 abitanti), ma agguerrita e attiva. Rovegno, alta Valtrebbia, quasi al confine con l’Emilia Romagna, per la terza volta in un ventennio premia Giuseppe Isola, già sindaco dal 2002 al 2012, vecchio leone della politica locale.

| Speciale| Foto: i candidati sindaco di Genova alle urne |

Savona e Provincia

Cairo e Borghetto al centrodestra. Boissano, sindaca confermata

In provincia di Savona, l’affluenza è in calo di circa il 7 per cento: 61,73 per cento, contro il 68,18 della precedente tornata nei comuni interessati, che sono Cairo, Borghetto, Boissano, Altare, Giusvalla e Calizzano. Tutti i risultati

Imperia e Provincia

Taggia ha un nuovo sindaco. Mario Conio, lista “Insieme”, espressione del centrodestra, ha vinto le elezioni amministrative. Lo scrutinio si annunciava incerto ma fin dal primo momento Conio si è attestato sopra il 60 per cento e ha incrementato progressivamente il vantaggio. Mario Manni, vice sindaco uscente, dal momento dello spoglio non è stato mai in partita. Tutti i risultati

Alessandria

Ad Alessandria la sfida è Rossa – Cuttica

Ad Alessandria l’esito del voto appare assai incerto. Se le previsioni fossero confermate si profilerebbe un ballottaggio vecchio stile tra Rita Rossa, sindaco uscente del centro sinistra, contro Gianfranco Cuttica di Revigliasco, appoggiato da un centro destra riunificato.

Il primo neo sindaco eletto in provincia di Alessandria è quello del comune di Gavazzana, Claudio Acerbi. Erano 158 gli aventi diritto al voto, il 64,55% si è recato alle urne.

A Carrosio riconfermato sindaco Valerio Cassano con 259 voti, sconfitto Piero Odino, 58 voti. Tutti i risultati

Sorgente: Amministrative 2017: Bucci – Crivello, domenica 25 si vota ancora Ballottaggi anche a Chiavari e La Spezia|Risultati in LiguriaL’affluenza crolla. Grande sconfitta per il M5S | Liguria | Genova | Il Secolo XIX

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *