Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Siria, l’Isis ha creato un “reparto armi chimiche” a Deir ez-Zour – La Stampa

Il Pentagono: spostati in Siria tecnici e specialisti dall’Iraq e da Raqqa

GIORDANO STABILE
INVIATO A BEIRUT

L’Isis ha creato una “cellula” specializzata nella produzione di armi chimiche al confine fra Siria e Iraq, nella provincia siriana di Deir ez-Zour. Secondo il Pentagono, lo Stato islamico ha spostato in questa zona remota lunga l’Eufrate i suoi specialisti e tecnici in grado di produrre sostanze letali. La concentrazione è senza precedenti e punta a organizzare una catena industriale.

I precedenti contro i curdi

L’Isis ha già usato armi chimiche al cloro e all’iprite in diverse occasioni, soprattutto contro le forze curde in Iraq. Casi sono stati denunciati anche dall’esercito iracheno a Mosul. Non è chiaro che tipo di sostanze voglia produrre la “cellula” di Deir ez-Zour ma gli spostamenti fanno parte di una riorganizzazione del’Isis in vista della perdita di Mosul e dell’imminente accerchiamento di Raqqa.

 

Migliaia di combattenti

“Migliaia di combattenti e simpatizzanti” si sono spostati dall’Iraq e dalla provincia di Raqqa verso le città di Mayadin, in Siria, e Al-Qaim, appena oltre il confine in Iraq. È il nucleo duro del Triangolo sunnita fra Siria e Iraq, una zona desertica attraversata dall’Eufrate, popolata da tribù beduine conservatrici ed estremamente refrattarie alle influenze straniere.

 

La nuova capitale

Fra Mayadin, Abu Kamal, Al-Qaim sta nascendo, secondo le fonti di Intelligence americane (ma anche quelle siriane e irachene) la nuova “capitale” del Califfato. Una struttura di comando sparsa nei villaggi e nelle campagne, difficili da individuare e distruggere. Per il Pentagono anche il Califfo Abu Bakr al-Baghdadi potrebbe essere fuggito in quest’area.

 

Ultima trincea

La “cellula” che fabbrica le armi chimiche fa parte delle difese approntate per resistere il più possibile in questa ridotta nel deserto. Molti combattenti, soprattutto stranieri, si stanno spostando da Raqqa. A Deir ez-Zour l’Isis ha lanciato massicce offensive per distruggere la sacca dove da tre anni resiste assediata una brigata dell’esercito siriano. Damasco ha a sua volta lanciato un’offensiva nel deserto per cercare di rompere l’assedio e conquistare Deir ez-Zour.

Sorgente: Siria, l’Isis ha creato un “reparto armi chimiche” a Deir ez-Zour – La Stampa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense
.