Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Quando lui buca i preservativi per metterti incinta – Al di là del Buco

Risultati immagini per Quando lui buca i preservativi per metterti incinta

abbattoimuri – Quando lui buca i preservativi per metterti incinta – da Eretica

ndr – Ci sono pure persone di questo tipo?! Che bucano i preservativi… Bon denunciare alla Magistratura e aborto subito se la partner non è d’accordo Grazie! [email protected]

Lei scrive:

Vorrei proporre una riflessione sulla ragazza vittima di stealthing che ha scritto alla pagina. Mi riferisco alla ragazza il cui partner sessuale ha bucato i preservativi ingannandola, e che ora si ritrova a 19 anni con una gravidanza non voluta.

La stragrande maggioranza dei commenti lo definisce “pazzo”, “psicopatico”, “malato mentale”. Io non credo proprio che questo ci aiuti ad inquadrare il problema.

E’ la solita “mostrificazione” del carnefice, quella che vediamo sempre quando i casi di femminicidio vengono attribuiti a “raptus” omicidi.

E’ un modo per responsabilizzare il carnefice, ma soprattutto la societa’ e la cultura di cui il carnefice e’ figlio. Fino a pochi decenni fa lo chiamavamo “delitto d’onore”, ora “raptus”. Continuiamo a trovare giustificazioni.

Prendiamo invece in considerazione un semplice fatto di natura culturale: il corpo della donna non e’ della donna. In Italia la donna non ha di fatto diritto decisionale in caso di aborto, con picchi del 100% di obiettori in alcune regioni, e una media nazionale dell’80%. E con una delle piu’ violente e ingerenze antiabortiste nei consultori.

L’italia e’ il paese in cui il ministero della salute ha pubblicato un documento che ha indignato il mondo intero, in cui si colpevolizza la donna che non figlia abbastanza o che non e’ “madre abbastanza” perche’ sceglie di studiare e/o lavorare.

L’italia e’ il paese in cui le televisioni, i giornali, tutti i media di grande distribuzione presentano la donna come un oggetto ad uso e consumo dello sguardo altrui.

In cui la donna non e’ mai soggetto, ma sempre oggetto, in una visione unica e imprescindibile. Per dirne una: pochissime le presentatrici di programmi non frivoli, tantissime le soubrette mute.

Un paese in cui e’ ancora considerata cosa normale e accettabile la molestia, in cui il victim blaming in caso di stupro e’ la normalita’, in cui non si parla MAI di consenso.

Un paese che ha pochissime donne che ricoprono cariche di potere (Soggetti), e quelle poche sono insultate 24/7 in maniera sessista per essere riportate al loro status di Oggetto.

Come possiamo definire “deviante” un uomo cresciuto in questo contesto che decide di usare il corpo di una donna come un’incubatrice a sua insaputa?

E’ cio’ che ci dicono nei consultori, negli ospedali, cio’ che dicono i ministeri, che ribadiscono in televisione, nei giornali, ovunque: la donna e’ un contenitore fatto per figliare, e il suo corpo e’ un bene di consumo.

La donna non e’ un Soggetto che ha il diritto di autodeterminarsi. Il CONSENSO della donna non e’ richiesto.
Quest’uomo non e’ affatto un “pazzo”: e’ il prodotto inevitabile di una societa’ malata.

Guardando ai paesi in cui tutte le problematiche sopra elencate sono molto minori che in italia, si vede chiaramente come molto minori sono anche i casi di femminicidio e stupro. Non sono dati casuali. E no, i “raptus” e la “pazzia” non sono caratteristiche “razziali” degli italiani.

Quindi smettiamola di deresponsabilizzare e deresponsabilizzarci con la scusa della “pazzia”, dei “raptus”, etc. C’e’ un problema enorme, ed e’ un problema culturale. Solo prendendone atto possiamo tentare di risolverlo.

—>>>questo è quello che lei aveva scritto e che avevamo pubblicato sulla pagina facebook QUI:

Ciao Eretica, vorrei chiedere un parere riguardo la mia storia… ho 19 anni e frequento l’ultimo anno al liceo, ed una settimana fa ho scoperto di essere incinta. Sono rimasta senza parole perchè io avevo sempre avuto rapporti protetti.

Tutto è iniziato in estate quando ho conosciuto un ragazzo che fisicamente mi piaceva davvero molto ma con il quale non avevo nessuna intenzione di iniziare una storia seria, anche perché viviamo piuttosto lontani.

Dopo l’estate abbiamo continuato a vederci sporadicamente e ad avere rapporti, sempre e solo con il preservativo. Potrai immaginarti la mia sorpresa quando, non vedendo arrivare il ciclo, ho fatto il test ed è risultato positivo.

L’ho chiamato subito e lui ha confessato tutto: ogni volta che abbiamo fatto sesso ha preventivamente danneggiato tutti i preservativi, fin dalla prima volta che è successo, questo perché lui sente, a sua detta, un grande istinto paterno e dunque mi ha letteralmente usata come macchina da riproduzione.

Per ora lo sa solo mia madre, anche lei disperata come me che non sa cosa consigliarmi, mentre con gli amici fingo che non sia successo nulla e mi sforzo di comportarmi come al solito.

Io non lo vorrei, ma sono anche molto confusa… in più lui, che io intendo denunciare, mi tartassa di chiamate per convincermi a lasciargli il bambino una volta nato – questo mia madre non lo sa… ho solo bisogno di un po’ di conforto, sono distrutta… grazie a chi vorrà aiutarmi.

Sorgente: Quando lui buca i preservativi per metterti incinta – Al di là del Buco

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv