Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Dietro il flop degli esperimenti anche la pista del sabotaggio interno – Corriere.it

corriere.it – Dietro il flop degli esperimenti anche la pista del sabotaggio interno. Già 75 test missilistici da quando Kim Jong un è leader della Corea del Nord: 58 riusciti, 17 falliti, compresi gli ultimi due.

Secondo alcuni analisti, è la prova di un’opposizione interna al regime. Per altri, gli Stati Uniti riescono a interferire con atti di cyber war di Guido Olimpio

WASHINGTON – Da quando Kim Jong un è leader della Corea del Nord sono stati condotti 75 test missilistici: 58 riusciti, 17 falliti, compresi gli ultimi due. Uno è esploso dopo il lancio dal centro navale di Simpo, il secondo nella sito di Pukchang.

Guai tecnici che ovviamente rilanciano molte speculazioni, dai possibili problemi nella progettazione al sabotaggio.

Nessuno però ha la risposta definitiva, molte le teorie e poche le certezze. Appena un mese fa il New York Times è uscito con una sua esclusiva sulle operazioni contro la Corea del Nord. Una missione decisa ben tre anni prima dal presidente Obama.

E, secondo informazioni raccolte dal giornale, gli Stati Uniti hanno condotto azioni per sabotare il programma missilistico di Kim Jong un. Da qui una serie di fallimenti, con gli ordigni caduti in mare dopo una breve «corsa», altri andati distrutti.

Fonti consultate dal quotidiano avevano però espresso qualche dubbio sull’efficacia nel lungo termine di queste contromisure. E ad ogni modo gli esperti sottolineano che il programma bellico del Nord è andato avanti.

Le ipotesi

Gli osservatori hanno tracciato tre scenari sui molti flop. Primo. Avarie legate alla progettazione dei vettori KN 17, elaborazione degli Scud. Secondo. Gli Usa riescono a interferire nei test, con atti di cyber war o “sistemi” sconosciuti. T

erzo. La diffusione di informazioni su possibili sabotaggi è parte di una guerra di propaganda, con l’intento di mettere in difficoltà l’immagine di Kim e al tempo stesso alimentare sospetti nei ranghi del regime.

Le voci che si sommano a quelle su una gigantesca indagine interna promossa dal leader per scoprire i ripetuti fallimenti.

Come sempre la vicenda nord coreana ha aspetti opachi in quanto è arduo comprendere tutto ciò che avviene. Resta la capacità del dittatore nel continuare a sorprendere.

Un altro lancio (fallito) di missile balistico in Nord Corea | Scoppierà la guerra?

Sorgente: Dietro il flop degli esperimenti anche la pista del sabotaggio interno – Corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense
.