Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Roma: cinque piazze per Non Una Di Meno. Alle 17 corteo dal Colosseo – DinamoPress

dinamopress.it – Roma: cinque piazze per Non Una Di Meno. Alle 17 corteo dal Colosseo –  di redazione

Picchetti, sit-in e cortei, assemblee in piazza, nelle scuole e all’università hanno scandito la mattinata romana. Città completamente paralizzata, con traffico in tilt anche grazie allo sciopero dei mezzi pubblici. Gli aggiornamenti dalle cinque piazze. Alle 17 appuntamento al Colosseo.
Lotto Marzo a Roma e nelle altre città d’Italia: tutti gli appuntamenti
In tutto il mondo la marea di donne verso l’8 marzo
8 punti per l’8 marzo. Non un’ora meno di sciopero!

Si è aperta alle 8 di mattina con il presidio della lavoratrici e dei lavoratori di AlmaViva la giornata romana di mobilitazione per #LottoMarzo. Davanti alla sede dell’azienda, con lo slogan “Non una di meno, nessuna da sola”, alcune centinaia, tra ex-dipendenti e attiviste solidali, hanno protestato contro i recenti licenziamenti. Cori, cartelli e interventi hanno ribadito il concetto “se le nostre vite non valgono, #noiscioperiamo”.

Dalle 9, invece, tante insegnanti in sciopero si sono riunite in piazza San Cosimato per rivendicare una scuola laica, antisessista e aperta ai percorsi di genere. “Scuola libera tutt*” lo slogan delle manifestanti, che hanno protestato anche contro precarietà e lavoro gratuito, chiedendo l’abolizione della “buona scuola’ di Renzi e dei suoi decreti attuativi. Dopo numerosi intereventi, il presidio si è mosso in corteo, raggiungendo il Ministero della Pubblica Istruzione. E sulle scale del Miur è confluita anche la mobilitazione per gli asili nido, delle educatrici e delle mamme.

Mattinata intensa anche all’università: facoltà impacchettate dagli studenti per imporre dal basso il blocco della didattica. Poi, assemblea partecipata sulle scale del Rettorato e corteo interno tra i viali e le facoltà de La Sapienza. Diverse centinaia di studenti hanno partecipato alla mobilitazione, improvvisando anche un corteo spontaneo che si è diretto al CNR e poi ha girato intorno alla città universitaria. Università e ricerca libere e accessibili, tutela dei diritti delle studentesse e garanzia dell’accesso al welfare e alla sanità, alcune delle rivendicazioni portate in piazza.

Almeno cinquecento persone hanno protestato invece sotto il palazzo della Regione Lazio. Dal comunicato della Rete Non Una Di Meno:

“La Piazza dal titolo “libere di scegliere, pronte a reagire!” ha visto convergere le vertenze delle operatrici socio-sanitarie del privato convenzionato e delle esternalizzate della sanità pubblica, i centri antiviolenza e tutte le rivendicazioni che riguardano la salute, l’autodeterminazione e la libertà di scelta. Una delegazione di NON UNA DI MENO è stata ricevuta da rappresentanti delle cabine di regia della salute e contro la violenza sulle donne, dalla consigliera Marta Bonafoni, dalla segreteria dell’assessora al lavoro e alle pari opportunità Lucia Valente. L’incontro è stato l’occasione per aprire un primo confronto sui temi della tutela dei diritti del lavoro in ambito sanitario, salute e centri antiviolenza. La richiesta della delegazione è stata quella di aprire tavoli specifici in cui approfondire le questioni accennate e aprire un’interlocuzione nel merito delle diverse istanze presentate. Per il 24 e il 27 marzo verranno calendarizzati i tavoli per quanto riguarda i temi della salute e dei centri antiviolenza”.

Durante tutta la mattinata moltissimi asili nido, scuole e facoltà universitarie sono rimaste chiuse. Alta l’adesione allo sciopero anche nel settore dei trasporti: metro, bus e treni fermi hanno mandato in tilt il traffico della capitale.
Dalle 17 corteo dal Colosseo a piazza San Cosimato: “Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo!”. Qui la mappa del corteo, che attraverserà diversi luoghi simbolici in richiamo ai tavoli tematici del percorso Non Una Di Meno.

Sorgente: Roma: cinque piazze per Non Una Di Meno. Alle 17 corteo dal Colosseo – DinamoPress

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv