Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

Le prime pagine dei quotidiani di oggi

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Alla camera la legge sui parchi e le aree protette tra le critiche di tutte le associazioni ambientaliste. La firma il Pd e prevede nomine di direttori e presidenti dettate dai partiti. Intanto il Consiglio di stato dà via libera al gasdotto del Salento

Italia

Ambientalisti sul piede di guerra: «La tutela dei parchi è a rischio»

Luca Fazio

A Montecitorio, in un’aula deserta, è cominciata ieri la discussione sulla riforma della legge 394/91 sui parchi e le aree protette. Con accenti diversi, tra poche luci e molte ombre, quasi tutte le associazioni lanciano un grido di allarme: “Si tratta di una legge che rischia di portare l’Italia indietro di 40 anni e passerà alla storia come la più grave speculazione mai fatta sulle aree verdi italiane”. Ermete Realacci (Pd), presidente della Commissione ambiente alla Camera, invece parla di “passo avanti per l’Italia che guarda al futuro”

Firme false per Raggi? Il Pd si eccita

red. pol.

Dopo la denuncia del programma Mediaset “Le Iene” i renziani vanno all’attacco. Ma il leader gioca al poliziotto buono: “Non facciamo come loro”

Europa

Mini-Merkel spegne i sogni di Schulz

Sebastiano Canetta

Nel Saarland la politica tedesca fa i conti con l’esito del primo test elettorale in vista del voto regionale di maggio e federale di settembre. Netta vittoria della Cdu (40,7%) che si conferma al governo dello Stato e stacca di 10 punti la Spd (al 29,6). Crolla la Sinistra, Verdi fuori dal Landtag, galoppa la destra populista di Afd (6,2%), spariscono i Pirati

Reportage

Mosul, un’emergenza senza fine

Emanuele Confortin

Per fuggire dall’Isis si è disposti a tutto, anche a sedare i più piccoli perché non piangano rivelando ai miliziani la propria posizione durante la fuga. Un esodo con ulteriori rischi: quelli di essere colpiti dalla Coalizione a guida Usa, come accaduto il 17 marzo, quando un bombardamento aereo ha ucciso quasi 200 persone

Internazionale

I coloni: siamo tanti, è tramontata l’idea dello Stato palestinese

Michele Giorgio

I “settler” israeliani si contano: mezzo milione in Cisgiordania e oltre 200mila a Gerusalemme. La loro presenza nei Territori occupati ha messo fine alla soluzione dei Due Stati. Lo pensa anche lo scrittore Yehoshua. Mike Pence: Trump sta considerando seriamente il trasferimento dell’ambasciata Usa a Gerusalemme

Cultura

Una banca dei ricordi per il futuro

Guido Caldiron

Un incontro con lo scrittore Hisham Matar, nato a New York ma di origini libiche, che incontrerà il pubblico a Incontri di civiltà a Venezia, sabato 1 aprile, presentando il suo ultimo libro «Il ritorno», edito da Einaudi

L’arco finto di Palmira non è credibile

Valentina Porcheddu

Nonostante siano state usate le migliori tecnologie, la ricostruzione dell’icona simbolo della Sposa del deserto, distrutta dall’Isis, si riduce a una scenografia della speculazione per il G7 della cultura a Firenze

La politica pensata nella contingenza

Giso Amendola

«Democrazia senza popolo» di Carlo Galli per Feltrinelli. Lo Stato svuotato dal neoliberismo. Un filosofo narra la sua esperienza parlamentare

Visioni

L’immaginario sonoro di Babel Med

Valerio Corzani

Trenta concerti, artisti provenienti da trentadue paesi diversi per la tredicesima edizione del festival francese. Dal Sudan di Alsarah & The Nubatones passando per gli esperimenti audiovisivi di Chassol

La carica dei selfisti compulsivi

Mariangela Mianiti

A volte sembra di essere piombati in un mondo in cui uno dei principali comandamenti è I selfie, dunque appaio…

Commenti

Redistribuzione e occupazione. Due tesi una soluzione

Aldo Carra

Oggi abbiamo davanti noi due processi aperti: la prospettiva europea di una implosione o di una nuova fase ri-costituente e la prospettiva italiana di una ristrutturazione delle forze politiche con una scomposizione/ricomposizione che potrebbe ri-costituire aree culturali come sinistra e destra o progresso e conservazione

L’Ultima

Kater, i dimenticati

Tommaso Di Francesco

Il 28 marzo 1997 la corvetta militare Sibilla impegnata nel blocco navale deciso dall’allora governo Prodi, speronò la carretta del mare Kater I Rades affondandola. Furono105 morti. Uno dei sopravvissuti, Krenar Xhavara, racconta

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.