Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Napoli, Mostra d’Oltremare: salta la manifestazione con Salvini. Il leader della Lega: “Vengo lo stesso” – Repubblica.it

Dopo il blitz dei centri sociali e un vertice in prefettura, i manifestanti vanno via. Il leader della Lega: “Vengo lo stesso, non siamo in dittatura.

 Il ministro dell’Interno l prefetto: “Garantire il diritto a manifestare dell’onorevole”

Alcune decine di manifestanti aderenti alla rete antirazzista e ai centri sociali hanno liberato la sala congressi della Mostra d’Oltremare di Napoli, occupata fin dal mattino. La manifestazione con la presenza del leader della Lega, Matteo Salvini, in programma domani, sabato, al Palacongressi è stata annullata in seguito alle tensioni di questi giorni. Immediata la replica del leader della Lega: “Non siamo in dittatura, a Napoli non esiste Stato ma io ci sarò lo stesso, alle 17 alla Mostra d’Oltremare: se non mi faranno parlare dentro, parlerò fuori”.

Sulla vicenda interviene il ministro dell’Interno Marco Minniti che ha dato “precise disposizioni al prefetto di Napoli perché sia assicurato il diritto costituzionalmente garantito dell’onorevole Salvini a tenere la manifestazione programmata domani nel capoluogo campano”. Dopo la nota del ministro, il prefetto ha comunicato che la manifestazione “Noi con Salvini” prevista per domani 11 marzo si terrà presso la Mostra d’Oltremare.

Napoli, annullata la convention con Salvini: i centri sociali festeggiano

Dopo aver liberato il Palacongressi, gli attivisti della rete “Mai con Salvini” hanno festeggiato la notizia dell’annullamento della convention con Salvini davanti ai cancelli della Mostra d’Oltremare. “Napoli libera – hanno cantato -, a Napoli non c’è  la Lega Nord”.

“Il problema di Napoli sono i leghisti, non clandestini e camorristi? – ha replicato Matteo Salvini – Sindaco, questore, prefetto e governo, non dite niente? Intellettuali, buonisti, democratici e pacifisti, non dite niente? Abbiamo firmato un contratto da 5-6 mila euro con la Fiera di Napoli. C’è stato un comunicato del portavoce dei centri sociali De Vito che la fiera rescinde il contratto con me perchè non ci sono le condizioni. Incredibile. Napoli è nelle mani dei centri sociali, della camorra, dell’illegalità. Io ci vado lo stesso, non siamo a Cuba o in Unione Sovietica”.

Non basta: “Questi dei centri sociali – ha incalzato il leghista – hanno detto che continueranno a presidiare la fiera ma io ripeto ci vado lo stesso, se non mi fanno parlare dentro parlerò fuori, per rispetto dei tremila napoletani che hanno già mandato la loro prenotazione. Mai capitato in 25 anni di storia che i centri sociali decidano – sottolinea il leader della Lega – Accadesse ad un esponente del Pd o 5Stelle, sarei il primo a dire non esiste. Io vado lo stesso a Napoli. Dov’e’ il prefetto, il ministro, le istituzioni? Minniti deve intervenire. Non mi e’ mai accaduto, neanche al Sud”.

“Le provocazioni le rispediamo al mittente” ha replicato il sindao Luigi de Magistris su radio Kiss Kiss. Napoli è “contro le politiche discriminatorie dei Mattei di turno, Salvini e Renzi. La storiella di Salvini amico dei napoletani il leader della Lega la vada a raccontare ad altri”. Il sindaco ha ricordato di avere “sempre auspicato che la manifestazione popolare dei napoletani contro Salvini fosse pacifica, non violenta, caratterizzata da satira. Invito tutti a sentire gli artisti napoletani che per l’occasione, per il corteo organizzato contro la Salvini, con ‘Gente do Sud'”.

Proteste contro Salvini, occupata una sala della Mostra d’Oltremare

L’annullamento della convention con Salvini alla Mostra d’Oltremare è stato reso noto da Donatella Chiodo e Gennaro Oliviero, presidente e consigliere delegato di Mostra d’Oltremare, che hanno spiegato di aver rescisso il contratto con gli organizzatori della manifestazione: “Restituiremo quanto ci hanno dato, oltre 10mila euro, il costo per un’iniziativa di questo tipo”.

“Resteremo qui a oltranza finché la manifestazione non sarà annullata”, avevano promesso gli occupanti al mattino. “Ricordiamo che la riunione sull’ordine pubblico in Prefettura ha concesso lo spazio prima citato in opposizione alla volontà della città. A Napoli non c’è spazio per razzisti, sessisti e xenofobi, che vorrebbero utilizzare come palcoscenico la nostra città per meri scopi di campagna elettorale. Il Sud non dimentica le offese razziste ricevute in questi anni, le politiche di austerità votate anche dalla Lega Nord”

Ad affiancare la protesta, sono scesi in campo anche alcuni musicisti napoletani: Eugenio Bennato, James Senese, Valerio Jovine, i 99 Posse, M’Barka Ben Taleb e altri artisti, sotto la sigla “Terroni uniti”, hanno registrato il brano “Gente do Sud”. Enzo Gragnaniello, ospite di una diretta nella redazione napoletana di Repubblica, ha dedicato a Salvini la sua canzone “L’erba cattiva”.

Ma a protestare contro Salvini non sono soltanto i centri sociali. Anche il Movimento neoborbonico, tutt’altro

che schierato a sinistra, scende in campo. E accoglie il leader della Lega citando Eduardo De Filippo e la famosa pernacchia con cui nell’episodio ‘Il professore’ del film di De Sica “L’oro di Napoli”, si accoglieva l’arrivo di un duca. La versione dedicata a Salvini è in un file mp4 rintracciabile su Youtube, che il movimento dei Neoborbonici rende disponibile gratuitamente, sotto il nome di “Suoneria borbonica”, a chiunque lo chieda.

di ANTONIO DI COSTANZO

Sorgente: Napoli, Mostra d’Oltremare: salta la manifestazione con Salvini. Il leader della Lega: “Vengo lo stesso” – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing