Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Napoli, assegnate ai camorristi le nuove case popolari del Comune | Il Mattino

ilmattino.it/napoli – Napoli, le nuove abitazioni popolari assegnate ai camorristi  – di Daniela De Crescenzo

Si chiama Davide Francescone, è stato accusato di essere uno degli assassini di Antonio Landieri, vittima innocente della prima faida di Scampia. È stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare alla fine di gennaio, poi è stato scarcerato dal tribunale del riesame, anche se resta in galera per altri reati: alla sua famiglia è stata assegnata dal Comune di Napoli una delle nuove case destinate agli abitanti delle Vele.

Alla faccia di norme, giuramenti e proclami, il suo è uno dei casi che dimostra come i malavitosi continuino ad allungare le mani sul patrimonio degli enti pubblici grazie al collaudato meccanismo delle occupazioni abusive e della successiva immancabile sanatoria.

Quello che riguarda Francescone e la sua famiglia è uno dei tre provvedimenti che i funzionari dell’ufficio casa non avevano voluto firmare, ma il parere dell’avvocatura comunale ha dato torto ai dipendenti e l’assegnazione è stata alla fine fatta dalla dirigente del settore. E adesso si rischia che altri pregiudicati possano ottenere lo stesso beneficio.

La storia è lunga e, come tutte quelle che hanno a che fare con la burocrazia, a tratti anche noiosa. Ma, con un po’ di pazienza, aiuta a capire come la malavita riesca a dominare nella cosiddetta edilizia popolare.

Continua a leggere su Il Mattino Digital

..

Arriva l’Ifo, il drone che fa volare gli uomini: ha due posti e va a 200 all’ora

Sorgente: Napoli, assegnate ai camorristi le nuove case popolari del Comune | Il Mattino

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.