Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Allerta terrorismo sul summit Ue: Roma blindata da 5000 agenti – roma.repubblica.it

roma.repubblica.it – Allerta terrorismo sul summit Ue: Roma blindata da 5000 agenti.

Dopo l’attentato di Londra, sabato 2000 uomini in più e no fly zone Quattro cortei, attese 30mila persone. Oggi scioperano i tassisti   – di MAURO FAVALE

Dovevano essere 3.000 e, invece, anche dopo l’attacco a Westminster di ieri, a Londra, gli agenti delle forze dell’ordine in campo dopodomani saranno 5.000.

Duemila uomini in più per blindare la città (due le zone di massima sicurezza in centro) nella giornata che celebra i 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma, quelli che nel 1957 diedero vita al primo nucleo della Comunità economica europea.

Ma se in Campidoglio, nella sala degli Orazi e dei Curiazi, in mattinata ci sarà la festa per i 40 capi di Stato e di governo attesi in città, all’esterno, a debita distanza, sono previsti cortei e sit-in di chi vuole criticare «questa Europa». In città sono attesi circa 25-30 mila manifestanti sia di destra sia di sinistra. Alcuni arriveranno anche dall’estero e, anche per questo, verranno intensificati i controlli alle frontiere.

MAPPA Zone di sicurezza, cortei e sit-in

In prossimità della capitale, invece, ci saranno presidi delle forze dell’ordine ai varchi stradali, autostradali ma anche nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti. Su tutto, incombe, come al solito, l’allerta terrorismo, elevato al massimo dopo quanto accaduto ieri a Londa. Il weekend di disagi per la città potrebbe avere un antipasto già oggi, giornata di sciopero dei tassisti confermato ieri sera nonostante il dialogo con il governo.

LE MANIFESTAZIONI L’attenzione maggiore, però, è prevista per sabato. Sono quattro i cortei autorizzati in giornata più due sit-in. Si parte la mattina con i Federalisti europei e gli aderenti alla piattaforma “La nostra Europa” (tra di loro Cgil, Fiom, Arci, Libera, Diem25, Baobab) che dalle 11 confluiranno verso l’Arco di Costantino: i primi dalla Bocca della Verità, i secondi da piazza Vittorio. Nel pomeriggio, alle 15, in piazza dell’Esquilino si ritroveranno i manifestanti di destra del cosiddetto “polo sovranista” che marceranno fino ai Fori Imperiali.

Un’ora prima, alle 14 da Piramide fino a Bocca della Verità, il corteo di “Eurostop”, quello che in questura desta maggiori preoccupazioni. Perché sarà quello più partecipato (circa 8.000 persone) e perché alla piattaforma ha aderito una vasta galassia antagonista italiana e straniera.

«Vogliamo fare la nostra manifestazione pacifica e portarla a termine — mette le mani avanti Guido Lutrario, esponente romano dell’Usb — il clima di paura viene creato ad arte ma ci siamo abituati. Non abbiamo timori di infiltrazioni di violenti ».

I DIVIETI Nei giorni scorsi sono stati emanati divieti per i manifestanti sull’uso di caschi, passamontagna e petardi. Ieri si è aggiunta l’ordinanza della Prefettura che ha imposto il divieto di sorvolo sul centro (la cosiddetta “No fly zone”) dalle 8.00 del 24 marzo.

LE ZONE BLINDATE Per garantire la sicurezza della festa per i Trattati, sono state predisposte due zone “rosse”, denominate in omaggio alla bandiera Ue “blu” e “green”. La prima sarà quella più blindata, attorno al Campidoglio dove il traffico veicolare e pedonale sarà interdetto dalle 00.30 del 25 fino al pomeriggio. Potranno accedere solo residenti e lavoratori dopo aver passato un controllo di polizia. I controlli saranno richiesti anche nella seconda area, la green zone, che si dipana attorno al Quirinale.

Lì, però, il transito veicolare sarà vietato dalle 7.30 fino al primo pomeriggio. Sia nelle due aree blindate sia all’esterno, in corrispondenza dei percorsi dei cortei, sarà vietato parcheggiare dalle 19 di domani. Verranno rimossi anche i cassonetti.

I TRASPORTI Sospese le fermate e i capilinea degli autobus all’interno delle zone blu e green. Chiusa per tutta la giornata le fermate della metropolitana Colosseo, Barberini e Spagna. Il capolinea del tram 8 verrà spostato alla fermata Arenula/ Cairoli.

I MUSEI Musei e aree archeologiche verranno chiuse per un giorno. A partire dalle 19 di domani non sarà più possibile accedere al Colosseo, al Foro romano e palatino, al Foro di Traiano, alla Domus Aurea, ai Musei capitolini, al Complesso del Vittoriano e alle Scuderie del Quirinale.

LE POLEMICHE Critici i commercianti che, attraverso le associazioni di categoria, contestano le chiusure al transito di molta parte del centro. Claudio Pica, presidente di Aper, la sigla che raggruppa gli esercenti dei pubblici esercizi, la perdita degli incassi può essere stimata in 1,5 milioni di euro «nel nostro settore di somministrazione di alimenti e bevande.

Nell’area che va da Termini alla zona di Viale Aventino e fino Ostiense sono presenti circa mille attività tra bar, gelateria, ristoranti e pizzerie al taglio».

Sul piede di guerra anche residente e commercianti di Testaccio, da dove passerà buona parte del corteo Eurostop, quello considerato più a rischio: molti negozianti sono pronti ad abbassare le serrande per protesta.

Trattati, misure anti terrorismo e incubo black bloc. I social sorvegliati specialMappa

Raggi assente celebrazioni Fosse Ardeatine “Mai successo, nemmeno con Alemanno”

Danimarca, 1,5 milioni per il Foro di Cesare

Sorgente: Allerta terrorismo sul summit Ue: Roma blindata da 5000 agenti – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense