Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Unioni civili – Mio figlio è gay. E il tuo? | l’Unità TV

unita.tv – Mio figlio è gay. E il tuo?  Resta ancora tanto da fare e lo faremo. Ma dopo anni di lotte ieri abbiamo definitivamente vinto la prima battaglia 

 

Ieri ho ricevuto molti sms di gioia. Le unioni civili sono finalmente legge. Con i decreti attuativi varati dal consiglio dei ministri l’iter è arrivato a destinazione. Gioiscono i diretti interessati ma anche tutti coloro che hanno a cuore la crescita culturale e civile del nostro paese. Finisce l’era della famiglia a una dimensione, nasce quella delle famiglie al plurale. Gli sms erano pieni di ringraziamenti: «Grazie a te e a persone come te oggi possiamo festeggiare definitivamente», «Grazie ai tuoi contributi che non sono mai mancati e a quelli dell’Unità con liberi tutti questa giornata storica è giunta».

Per le unioni civili all’Unità abbiamo condotto una battaglia in prima linea durata più di 15 anni. Questo giornale ha dato grande rilevanza al tema del contrasto ai pregiudizi e al tema dei diritti. La rubrica “liberi tutti”che ho scritto e curato, la prima a tema e più longeva tra i quotidiani, è stata una meravigliosa avventura e ha creato uno straordinario rapporto di affezione con i lettori.

«Quando leggiamo “liberi tutti”non abbiamo paura», questa la dichiarazione più bella. Il primo titolo della rubrica “liberi tutti”che raccontava l’adolescenza omosessuale dava voce a un genitore. Diceva: «Mio figlio è gay, e il tuo?». Tra le righe suggeriva ai lettori: questo è il traguardo che vogliamo raggiungere, non più discriminazioni e nascondimenti di figli gay e lesbiche, non più imbarazzi dei loro genitori, non più amori di serie B. Ieri la promessa di quella prima pagina si è avverata.

Non è tutto, il primo numero della Unità che state leggendo ha dato il paginone centrale al tema delle nozze egualitarie, mettendo una foto di due donne unite in matrimonio, dando voce alla figlia di una coppia di papà che ha raccontato la sua infanzia. Una infanzia unica e pur simile a quella di tante altre. Resta ancora tanto da fare e lo faremo. Ma dopo anni di lotte ieri abbiamo definitivamente vinto la prima battaglia. Lo diciamo con fierezza ma anche con intensa commozione.

È la commozione di chi ha speso passione ed energia nel fare dono di sé attraverso la professione giornalistica, scegliendo un tema per anni molto scomodo, costruendo pagina dopo pagina ponti di mani tese tra la società civile e un giornale. Grazie lettori. Grazie Unità.

Cirinnà: “È un passo epocale, il prossimo è contro l’omofobia”

Sorgente: Unioni civili – Mio figlio è gay. E il tuo? | l’Unità TV

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.