Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Trump dice che servono confini forti, non il caos che c’è in Europa

Roma, 29 gen. (askanews) – “Il nostro Paese ha bisogno di confini forti e controlli estremi, ADESSO. Guardate cosa sta succedendo in tutta Europa e, anche, nel mondo, un caos orribile!”. Così il presidente Usa Donald Trump è tornato a difendere il decreto che vieta l’ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana (Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen) che ha avuto ripercussioni in tutto il mondo, con numerosi casi di passeggeri a cui è stato impedito l’imbarco sul proprio volo.Diversi leader europei hanno criticato il provvedimento. Per la cancelliera tedesca Angela Merkel il decreto del presidente Trump è “ingiustificato”. Lo ha detto oggi il suo portavoce. “Ritiene che persino nella battaglia necessariamente risoluta contro il terrorismo non sia giustificato sospettare di persone di determinate origini o convinzioni”, ha detto Steffen Seibert, citato dall’agenzia di stampa tedesca DPA.Anche il presidente francese, François Hollande, ha detto che l’Europa deve rispondere con “fermezza” a Trump. “Nel momento in cui vi sono delle dichiarazioni del Presidente degli Stati Uniti sull’Europa e sul modello del Brexit per altri Paesi, ritengo che occorra dare una risposta”, ha spiegato Hollande parlando a margine del vertice dei Paesi Ue del Mediterraneo, in corso a Lisbona. “Dobbiamo affermare le nostre posizioni e avviare con fermezza un dialogo sui nostri valori: l’Europa deve darsi un’identità sulla base dei suoi valori, i suoi principi e i suoi interessi”, ha continuato Hollande.Il premier italiano, Paolo Gentiloni, ha detto a sua volta, parlando a margine del vertice di Lisbona, che con la nuova amministrazione Trump “troveremo il modo migliore per collaborare” ma per farlo noi “dobbiamo riaffermare i nostri valori come Europa: che siamo noi, ci sono e sono forti”.La premier britannica, Theresa May, si è invece rifiutata di condannare il decreto anti-rifugiati di Trump, affermando che Washington è responsabile delle sue scelte politiche. “Gli Stati Uniti sono responsabili per la politica sui rifugiati degli Stati Uniti. Il Regno Unito è responsabile per la politica sui rifugiati del Regno Unito”, ha detto May ad una conferenza stampa a Ankara, dopo essere stata ripetutamente sollecitata a dare una opinione sul decreto di Trump. Int9

Sorgente: Trump dice che servono confini forti, non il caos che c’è in Europa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.