Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Renzi, Valls, Sanchez: in crisi i “leader della camicia bianca” – La Stampa

La battuta d’arresto dell’ex premier francese alle Primarie socialista segue le dimissioni dell’italiano e dello spagnolo. In fumo il patto generazionale “suggerito” dal look comune

A questo punto è ufficiale: quelle camicie bianche non hanno portato bene ai cinque leader del progressismo europeo che un anno e mezzo fa si presentarono alla Festa dell’Unità di Bologna vestiti nello stesso modo, quasi a suggerire – col look – un patto generazionale e persino un comune orizzonte ideale. L’inatteso secondo posto dell’ex primo ministro francese Manuel Valls alle Primarie del partito socialista francese, superato dall’outsider Benoit Hamon è l’ultima di una serie di rovesci politici che hanno colpito i protagonisti di quella foto di “famiglia” di un anno mezzo fa.

Nel settembre del 2014 Renzi era nel suo momento di massima popolarità e radunò nello scenario del ristorante Bertoldo di Bologna il primo ministro francese Manuel Valls, il leader socialista spagnolo Pedro Sanchez, il tedesco Achim Post (segretario del Pse) e l’olandese Diederik Samson, leader laburista. Tutti e cinque in camicia bianca per le foto di rito, anche se Renzi per tutta la mattina aveva rinunciato alla sua “divisa” per una camicia celeste, poi cambiata al momento opportuno. Certo, Renzi, parlando di “patto del tortellino” non sembrò aver preso molto sul serio quel format, sta di fatto che da quel momento per i cinque è iniziata una stagione di difficoltà. Il più aitante di tutti, lo spagnolo Sanchez, dopo essere stato messo in minoranza nel Psoe sulla questione dell’appoggio al governo Rajoy, si è dimesso non solo da segretario del partito, ma anche da deputato.

 

L’olandese Diederik Samson ha perso le amministrative olandesi e i laburisti sembrano non avere speranze in vista delle elezioni di marzo. E quanto ai due primi ministri della foto, Valls e Renzi, si sono entrambi dimessi. Mentre il tedesco Post non aveva un ruolo di primo piano nella Spd e non lo ha oggi. Vicende diversissime e alcuni dei cinque (a cominciare da Renzi) potrebbero presto tornare in prima linea, ma che confermano come le trovate di pura immagine oramai hanno vita breve. E conta pure la crisi profonda che ha colpito il socialismo europeo, che sino a quando era una potenza politica trasmetteva forza anche ai singoli leader. I quali peraltro portavano in dote un carisma personale che successivamente si è smarrito. Le ultime foto di famiglia di un socialismo europeo “pesante” ritraggono Francois Mitterrand, Felipe Gonzalez, Bettino Craxi, Mario Soares, Andreas Papandreu, Willy Brandt.

 

Sorgente: Renzi, Valls, Sanchez: in crisi i “leader della camicia bianca” – La Stampa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing