Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Moscovici, nuove spese sisma non entrano in negoziato – Economia – ANSA.it

La Commissione Ue “ha già dimostrato che è al fianco dell’Italia e lo sarà sempre”, ma le nuove spese per i nuovi terremoti “non entrano nella discussione in corso”, perché la Commissione è “pronta ad esaminarle” ma è “un’altra cosa quella che ci aspettiamo nella risposta” alla lettera: lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici entrando all’Eurogruppo e confermando lo sforzo richiesto all’Italia e contenuto nella lettera, cioè 0,2% del Pil.”L’Italia è il Paese che più ha beneficiato della flessibilità, l’ha avuta per investimenti, riforme, rifugiati e terremoto”, ricorda Moscovici che qualche giorno fa ha parlato delle spese del terremoto come di spese in parte “strutturali”. “Non ho fatto che ripetere, in un altro contesto, le stesse cose (dell’opinione di novembre sulla manovra, ndr) di fronte a una nuova catastrofe e alla valanga”, ha spiegato. “E’ chiaro che nelle spese per il sisma che abbiamo già integrato nella discussione con l’Italia ci sono elementi che sono one-off ed elementi strutturali, ad esempio laddove bisogna migliorare la prevenzione, il consolidamento, per rimediare ai danni del terremoto che colpisce l’Italia spesso. Ma non è niente di nuovo”, ha concluso.”Abbiamo scritto una lettera a Padoan assieme a Dombrovskis che è estremamente precisa e ci aspettiamo una risposta precisa”: lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici entrando all’Eurogruppo. “Siamo in un processo di scambi e dialogo costruttivo, ho visto Padoan a Davos e gli scambi sono stati positivi. La lettera è là, le cifre anche, le risposte attese”, ha concluso.

Sorgente: Moscovici, nuove spese sisma non entrano in negoziato – Economia – ANSA.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *