Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Migranti: rientra la rivolta nel Cpa nel Veneziano. Lega: “Con noi al governo espulsioni di massa” – Veneto – ANSA.it

I 25 volontari della Cooperativa che gestisce l’hub e barricati in alcuni container sono stati fattiuscire. La morte improvvisa di una donna della Costa d’Avorio aveva dato origine ai disordini© ANSA

E’ tornata nella normalità la situazione all’interno del centro di accoglienza per migranti a Cona (Venezia), dove nella serata di ieri è scoppiata una protesta da parte prima di una quarantina di migranti, diventati poi un centinaio, a seguito della morte a causa di una trombosi, sembra accidentale, di una giovane ivoriana ospite della struttura.

Anche nelle prime ore di stamani un gruppo di manifestanti aveva dato vita a un presidio esterno poi rientrato senza alcun problema di ordine pubblico. Sul posto, anche il questore di Venezia Angelo Sanna. Un gruppo di manifestanti ha chiesto un incontro con il prefetto Carlo Boffi e al momento sul tema c’è “un dialogo aperto” con funzionari della Questura lagunare per verificare la possibile realizzazione dell’incontro.

Secondo quanto si è appreso, intanto, nel corso della protesta gli operatori rimasti all’interno della struttura sono rimasti in costante contatto con le forze dell’ordine intervenute sul posto che fin dal primo momento hanno cercato di arrivare a una conclusione della protesta senza ulteriori incidenti. “Era una situazione – ha commentato Sanna – da gestire con buonsenso e pazienza, ma se ci fossero stati rischi per l’incolumità degli operatori si sarebbe intervenuti in maniera diversa”.

Sale nel frattempo la polemica sui ritardi: la 25enne si sarebbe sentita male, secondo i suoi compagni, verso le 8 di mattina, i soccorsi sarebbero arrivati alle 14. Dall’ospedale di Piove di Sacco fonti sanitarie affermano che l’automedica è partita non appena è giunto l’allarme.

Bufera politica dopo quanto accaduto con la Lega che va all’attacco e dice: “Con noi al governo espulsioni di massa”. “In Bulgaria – attacca Salvini su Facebook – a novembre, dopo un episodio simile, centinaia di “richiedenti asilo” violenti sono stati espulsi. In Italia invece a questa gentaglia non succederà nulla”. “Quando sarò al governo, espulsioni di massa, chiusura dei centri e navi della Marina Militare che, dopo aver soccorso tutti, li riportano indietro. Basta – conclude – il 2017 sarà l’anno della riscossa!!!”.

VIDEO DENUNCIA DEI MIGRANTI SULLA PAGINA FB ‘OFFICIEL ITALIE IMMIGRATION’ DOVE I MIGRANTI DEL CENTRO DOCUMENTANO LA LORO CONDIZIONE

Migrantes, maxi-centri sono esplosivi – La rivolta scoppiata nella notte al centro di prima accoglienza di Cona, in provincia di Venezia, dimostra come le realtà che accolgono grandi numeri di migranti rischiano di diventare “luoghi ingestibili e quindi esplosivi” e sono pertanto un campanello di allarme per un cambiamento di rotta verso “una accoglienza diffusa su tutto il territorio, con numeri ridotti, accompagnata e affidata a realtà qualificate e con il controllo delle comunità locali, cioè i comuni”. Lo afferma al Sir monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes, organismo pastorale della Cei, a poche ore dallo scoppio questa notte di una rivolta nel centro di accoglienza straordinaria nel veneziano, in seguito alla morte all’interno della struttura di un’ivoriana di 25 anni

Sorgente: Migranti: rientra la rivolta nel Cpa nel Veneziano. Lega: “Con noi al governo espulsioni di massa” – Veneto – ANSA.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv