Città del Messico, 20 gennaio 2017 – Proprio nel giorno del passaggio di consegne tra Barack Obama e Donald Trump, il Messico estrada in Usa Joaquin ‘El Chapò Guzman, ex signore della droga messicano. Negli States deve rispondere di accuse legate al narcotraffico.

Il governo messicano lo ha trasferito all’aeroporto di Ciudad Juarez, dove è stato preso in consegna da agenti Usa. Funzionari statunitensi hanno confermato che l’ex capo del cartello di Sinaloa è già in loro custodia.

Guzman, assurto agli onori della cronaca mondiale per la rocambolesca fuga da un carcere di massima sicurezza l’11 luglio 2015 quando su una una moto percorse un tunnel lungo 1,5 km scavato sotto la sua cella. Venne arrestato di nuovo, era la terza volta, solo l‘8 gennaio del 2016 mentre era in contatto con l’attore americano Sean Penn per girare un fil sulla sua vita. La rivista Forbes lo aveva posto al 41esimo posto tra le persone più potenti e pericolose del mondo.

El Chapo: “Netflix paghi per usare la mia storia”