Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Ingroia torna PM, per poco…”Riina parla? La verità non può raccontarla…” – Siciliainformazioni

La decisione di Riina di parlare al processo sulla trattativa Stato-mafia, “sicuramente ha un significato importante, anche se non direi enorme”. Cosi’ Antonio Ingroia, intervenendo ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, su Radio Cusano Campus. “Sono portato ad escludere che Riina abbia voglia di dire la verita’, di raccontare quello che sa sulla stagionedello stragismo 92-93 e sulla trattativa Stato-mafia – aggiunge -. Se avesse voluto dire la verita’ avrebbe chiesto di parlare segretamente con i pm. Non ci potra’ essere nessuna verita’ in senso stretto, ci potranno essere delle cose importanti dette nel codice Riina. Escludo che Riina parlera’ apertamente, in modo esplicito. Probabilmente lancera’ messaggi piu’ o meno criptici e simbolici a piu’ destinatari: da una parte il popolo di Cosa nostra e dall’altra i suoi ex complici che hanno tradito lo Stato facendo la trattativa con la mafia”. “E’ la prima volta che Riina si dichiara disponibile a rispondere alle domande in aula – prosegue Ingroia -. E’ quindi una sorta di implicito riconoscimento da parte di Riina all’importanza di questo processo. E’ come se riconoscesse autorevolezza a questo processo. Ma e’ possibile anche che si muova per assolvere tutti, per guadagnare crediti, dicendo che la trattativa non c’e’ mai stata. Il dire e non dire serve a lui per dimostrare che ancora conta qualcosa e la vera arma che gli e’ rimasta in mano e’ la verita’ di cui lui e’ a conoscenza”.

“La trattativa e’ nata come segno di resa da parte dello Stato – sottolinea Ingroia -. Dopo l’uccisione di Salvo Lima e Giovanni Falcone, lo Stato si e’ sentito in ginocchio e anziche’ reagire con la dovuta forza e intransigenza sceglie di cercare una tregua con la mafia. Si sono cosi’ aperti dei canali di trattativa. In linea di principio potrebbe anche essere giustificabile, ma di questo prima o poi bisogna rendere conto ai cittadini italiani. Se questo fosse accaduto, deve essere raccontato al popolo italiano. Il problema e’ che questa verita’ non puo’ essere raccontata perche’ quella scelta e’ stata un errore tragico e terribile perche’ non si determino’ la tregua ma ci fu un aumento dello stragismo. Cosa Nostra infatti non abbasso’ il tiro, ma lo alzo’, uccidendo Borsellino e piazzando altre bombe nelle citta’ italiane. I responsabili politici del tempo non hanno mai voluto ammettere che con la trattativa furono salvati alcuni politici che erano nella lista dei condannati a morte e furono sacrificate altre vittime innocenti”. “Mancino e Napolitano che, persino peggio di Toto’ Riina, ha cercato di sottrarsi all’esame del pm in tutti i modi, non hanno dato un contributo alla ricerca della verita’”, conclude Ingroia. (ITALPRESS)

Sorgente: Ingroia torna PM, per poco…”Riina parla? La verità non può raccontarla…” – Siciliainformazioni

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *