Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

GIORNO DELLA MEMORIA / Quei lager che nascono oggi, negli occhi e nel cuore degli indifferenti | Identità Insorgenti

Come nascono i lager? Facendo finta di nullaPrimo LeviL’altra sera ho visto la scena di un ragazzo che affogava mentre qualcuno lo riprendeva con il cellulare e qualche altro lo chiamava​ “Africa”.18 anni fa arrivai a Milano, i capelli cortissimi e gli occhi inutilmente in cerca di qualcosa di familiare. Qualcuno, pensando di offendermi mi chiamava “Napoli”, per me invece erano soffi sul fuoco del mio orgoglio.18 anni fa ho visto un ragazzo in divisa buttarsi nei navigli per salvare un cane, un pastore tedesco che la corrente stava portando via.Il cane era grosso, metteva paura, ma al ragazzo in divisa, probabilmente, metteva più paura il giudizio che avrebbe avuto di se stesso se fosse rimasto a guardare.O magari quello che avrebbe letto negli occhi di sua madre se avesse lo visto nascondersi in un alibi o una scusa.E poi c’era la sua memoria, quella che gli era cresciuta dentro in centinaia di anni: c’erano Filangieri, Pagano e Genovesi, e c’erano pure De Filippo, De Crescenzo e Pino Daniele.C’era una memoria che era cultura, nel suo unico senso accettabile: strumento e azione di crescita sociale.C’era una città che gli aveva insegnato la parola “insieme”, nella quale erano compresi lui e pure il pastore tedesco, e nella quale sarebbe stato compreso “Africa” che stava morendo.Ho rivisto altre volte quel ragazzo, sempre meno giovane, sempre meno in divisa, non lo chiamano più Napoli perché a Napoli ci è tornato, per continuare a imparare, per allargare il senso e il modo di quell’insieme, e per provare ad essere degno di quella memoria che gli continua a ripetere che Africa non doveva morire e che i lager nascono prima negli occhi e nel cuore e dopo soltanto all’interno un muro (ancora muri? Possibile che la storia sia una maestra così incapace?) o filo spinato.Francesco Paolo Oreste

Sorgente: GIORNO DELLA MEMORIA / Quei lager che nascono oggi, negli occhi e nel cuore degli indifferenti | Identità Insorgenti

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing