Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Ritratto dell’agente turco che ha ucciso l’ambasciatore russo

La foto del poliziotto fuori servizio Mevlut Mert Altintas che rimane calmo in piedi dietro la sua vittima poco prima di assassinarla è raggelante.

L’elegante aplomb del ventiduenne fa contrasto con la violenza della sua azione.

 Il suo gesto sembra pianificato con cura.

Altintas, che ha fatto parte delle unità anti-sommossa della polizia di Ankara per due anni e mezzo, viveva in un appartamento in condivisione nel quartiere di Demetevler.Prima di entrare nel Centro d’Arte Contemporanea di Ankara, era stato visto venerdì all’inaugurazione della stessa mostra, dove probabilmente stava compiendo un sopralluogo in vista dell’attacco.

La sera prima dell’omicidio ha pernottato in un hotel vicino alla galleria.

La mattina dopo si è dato malato, facendo sapere ai suoi superiori che avrebbe inviato un certificato medico.

Poi si è presentato all’ingresso del Centro d’Arte Contemporanea mostrando il suo distintivo, che gli ha consentito di superare i controlli di sicurezza armato.

Le immagini lo mostrano apparentemente tranquillo, dieci metri dietro Andrey Karlov durante il suo discorso.

Pochi istanti dopo, eccolo estrarre la pistola e sparare all’ambasciatore nove colpi, prima di essere ucciso all’arrivo delle forze speciali turche.

Ankara afferma che Altintas era legato a Fethullah Gulen, l’uomo che il governo turco accusa anche del tentato golpe del 15 luglio scorso e che vive negli Stati Uniti.

Ma gli slogan che ha gridato durante il suo gesto suggeriscono un’ideologia più radicale.

Jabhat Fatah al-Sham, il gruppo che in passato era noto come al-Nusra, ha pubblicato una lettera in cui afferma che Altintas era uno dei suoi uomini.

Il giovane era originario di una piccola località sulla costa dell’Egeo, Söke, dove vivono tuttora i suoi genitori.

La polizia ha fermato madre, padre, sorella e altri due membri della famiglia di Altintas e il suo coinquilino di Ankara per interrogarli.

Sorgente: Ritratto dell’agente turco che ha ucciso l’ambasciatore russo

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv