Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Referendum 4 dicembre | Voto italiani all’estero | Polemiche

Ieri, 1° dicembre 2016, si è chiuso di fatto il voto degli italiani all’estero per il Referendum Costituzionale.Secondo le regole di voto degli elettori italiani residenti fuori dai confini nazionali – l’ormai nota modalità per corrispondenza – saranno valide solo le buste arrivate fino al 1° dicembre negli Uffici Consolari disseminati in tutto il mondo. Le buste con le schede elettorali sono già in volo o – in alcuni casi – già arrivate a Fiumicino, per lo spoglio che avverrà la sera del 4 dicembre nel capannone di Castelnuovo di Porto, a nord di Roma.Tutte le schede che arriveranno dal 2 dicembre in poi negli uffici consolari dei vari Paesi esteri saranno incenerite.Conto Corrente WidibaLa convenienza di avere un conto a Zero SpeseAdvertisementLa modalità di voto, uguale da anni, ha comunque generato inutili polemiche last-minute, con ipotetici rischi di broglio paventati da alcuni comitati per il No.Possono esserci brogli nel voto all’estero così come nel voto in Italia ma, al momento, non c’è stata alcuna segnalazione specifica, nessun caso concreto: per questo le polemiche appaiono infondate.Oggi il ministro degli esteri Gentiloni ha dichiarato: “Parlare di brogli e brogli intenzionali non solo non ha senso, ma è anche offensivo per le istituzioni che svolgono questo compito”.Qualche giorno fa Gentiloni, in un question time alla Camera, aveva detto: “I nostri cittadini che vivono all’estero non sono italiani di serie B, tantomeno sono dei potenziali imbroglioni”. E se gli italiani all’estero sono alla ribalta nazionale solo per le vicende di presunti brogli elettorali, l’altra faccia della medaglia – quella più ignorata dai media – racconta le storie di successo di italiani che all’estero primeggiano in campi imprenditoriali o artistici.È il caso ad esempio del vincitore italiano del Premio Tiepolo 2016, riconoscimento della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna che celebra le relazioni economiche tra Italia e Spagna. Il premio è andato a Francesco Monti, presidente di Esprinet (al primo posto del mercato spagnolo nel settore della distribuzione business-to-business di informatica e elettronica di consumo).Altro caso fresco di italiano all’estero di successo: Marco Valerio Antonini, giovane compositore romano residente a Los Angeles che ha sconfitto la concorrenza di 115 autori di 20 diverse nazioni e ha vinto ieri a Madrid, con la sua opera “Land – A story of belonging”, il Premio internazionale di composizione colonne sonore di Juan Gil Bodegas Familiares 2016.

Sorgente: Referendum 4 dicembre | Voto italiani all’estero | Polemiche

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv