Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Questo Parlamento è ormai del Pleistocene – l’Espresso

 

foto – Luigi Compagna

espresso.repubblica.it- Questo Parlamento è ormai del Pleistocene. Partiti fantasma, coalizioni sfaldate, onorevoli voltagabbana. Tutto molto bello, come diceva Bruno Pizzul.

Ma ora è tempo che inizi un’altra partita.di Alessandro Gilioli

Dalla  sua nascita sono passati meno di quattro anni, eppure il Parlamento italiano oggi sembra appartenere al Pleistocene della politica. Anzi, non è che “sembra”: gli appartiene proprio.

Coalizioni sfaldate.
La sera dopo il referendum costituzionale in tivù c’erano 4 parlamentari che litigavano tra loro: due eletti con il centrodestra (Gasparri e Cicchitto) e due con il centrosinistra (Morani e Fratoianni). Ebbene, gli schieramenti erano incrociati: Cicchitto e Morani per il Sì, Gasparri e Fratoianni per il No.

Si è così ben rappresentata l’esplosione atomica avvenuta nelle coalizioni: il centrosinistra (ricordate? 
Si chiamava “Italia Bene Comune”) diviso in due milizie ormai in odio tra loro; e il centrodestra sfarinato tra berlusconiani, leghisti, alfaniani e verdiniani, di cui i primi due clan all’opposizione e gli altri due in maggioranza.

Il tutto tralasciando il “grande centro” di Monti, la cui diaspora ha avuto anche aspetti comici: il primo a mollare la sua creatura è stato lo stesso Monti, poi è scoppiata la rissa interna e oggi alla Camera ci sono due Scelte Civiche.

Partiti fantasma
A proposito di gruppi parlamentari: anche qui la detonazione ha prodotto schegge impazzite. Oggi sono 10 al Senato e 11 alla Camera, di cui «solo 4 chiaramente riconducibili a liste elettorali che hanno partecipato alle politiche del 2013», secondo Openpolis.

Diverse formazioni parlamentari attuali hanno nomi mai visti sulla scheda elettorale: Grandi Autonomie e Libertà, Conservatori e Riformisti, Alleanza LiberalPopolare, Democrazia Solidale, Civici e Innovatori. Più naturalmente il Misto, che è una potenza: 52 deputati e 28 senatori.

Onorevoli voltagabbana
Anche il boom del Misto è frutto del Parlamento più liquido di sempre: il 27 per cento degli eletti ha cambiato gruppo almeno una volta (sempre fonte Openpolis), i cambi di casacca sono stati 380 e hanno coinvolto 263 parlamentari (i due dati non coincidono perché parecchi hanno saltato di gruppo in gruppo più volte).

C’è chi ha collezionato anche sei porte girevoli, come il senatore Luigi Compagna: al momento in cui questo giornale va in stampa risulta nel Gal.

Transfughi 155 cambi di partito

Protagonisti cambiati 
Ma la vetustà di questo Parlamento è evidente anche a guardare i protagonisti della politica.

La legislatura è nata quando al Quirinale c’era Napolitano, 
il leader del Pd era Bersani, quello della Lega Bossi e quello di Sel Vendola. Renzi era solo un sindaco, Salvini una promessa leghista, Di Maio e Di Battista conosciuti solo nei rispettivi 
meet-up, Boschi ignota a chi non aveva frequentato le Leopolde.

E nel frattempo è accaduto anche che il Pdl ha cambiato nome perdendo alcuni dei suoi fondatori (Alfano, Verdini, Cicchitto, Bondi etc) così come in via di scioglimento/rebranding è pure Sel.

La parabola grillorenziana
Infine, le carte sono cambiate più volte anche per altri non secondari eventi: boom europeo e flop referendario del renzismo, che ha comunque modificato (per sempre?) il Pd; conquista grillina di Roma e Torino, ma anche primi seri problemi di accountability dei suoi eletti; e poi, Patto del Nazareno e sua rottura, fino all’attuale status di “relazione complicata” tra Pd e Forza Italia.

Tutto molto bello, come diceva Bruno Pizzul. Ma ora triplice fischio finale, è tempo che inizi un’altra partita.

Muore l’ultimo custode dei segreti di Piazza Fontana

Storie di vita vera che la politica ignora

Sorgente: Questo Parlamento è ormai del Pleistocene – l’Espresso

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv