Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

M5S nel caos, Raggi alla resa dei conti – Rai News

7 dicembre 2016Dopo la bufera di ieri, si è conclusa a Palazzo Valentini, sede della Città Metropolitana, la riunione fiume con i consiglieri comunali di maggioranza dopo la crisi aperta dall’arresto del dirigente del personale Raffaele Marra. Si attende un comunicato ufficale sulle decisioni prese.Daniele Frongia e Salvatore Romeo potrebbero dire addio a breve ai loro rispettivi incarichi di vicesindaco e capo della segreteria di Virginia Raggi. E’ quanto starebbe emergendo dalla riunione di maggioranza con la sindaca, che accetterrebbe così le condizioni imposte dai suoi critici interni. “Io non mi sento più parte del M5S, non mi ci riconosco più”. Sono, a quanto apprende l’Adnkronos, le parole che Raggi andrebbe sussurrando in queste ore ai suoi più stretti collaboratori, dopo la drammatica riunione di maggioranza di questa notte. E’ nel corso di quel vertice infatti che la sindaca si sarebbe resa conto di avere con sé una parte esigua della maggioranza che oggi la sostiene. Sarebbero almeno una decina i consiglieri pronti a mollarla nel caso in cui Beppe Grillo decidesse di ritirare il simbolo: a quel punto a Raggi non rimarrebbe altro che fare ricorso a un appoggio esterno per andare avanti. Un momento difficile per Raggi visto che, secondo fonti del Movimento, oltre 10 di loro avrebbero indicato come necessari per andare avanti senza altre scosse, i passi indietro del vicesindaco Daniele Frongia e del capo segreteria di Raggi, Salvatore Romeo. Raggi avrebbe poi però smentito l’indiscrezione giornalistica.Attesa per post GrilloMovimento 5 Stelle in attesa che Grillo tiri le fila prendendo una decisione sul ‘caso Roma’ dopo l’arresto di Raffaele Marra, uomo sponsorizzato fino a ieri dal sindaco della capitale, Virginia Raggi.Sarà il garante e fondatore di M5S, Beppe Grillo, a dover prendere una decisione alla fine delle ‘consultazioni’ che si sono tenute ieri all’Hotel Forum. Hotel che Grillo ha lasciato stamattina sul presto. Con ogni probabilità sarà un post sul blog del leader a dare la linea, con la consueta modalità di comunicazione del Movimento nei momenti topici. La coerenza prima di tutto, osserva una fonte vicina al Movimento 5 Stelle a chi si interroga sui possibili scenari. Grillo ieri era descritto, da chi lo ha sentito, “nero, furente, incazzato”.Il post di Beppe Grillo, secondo alcune fonti, sarebbe potuto uscire già ieri sera, ma qualcuno gli ha consigliato prudenza. Ma non tutti hanno approvato la linea attendista: il rischio, paventa qualcuno, è che si faccia la fine di Quarto: il riferimento è alla prima cittadina del comune campano, Rosa Capuozzo, finita al centro di un’inchiesta per i tentativi di infiltrazione della camorra. Capuozzo fu espulsa per non aver denunciato le presunte minacce, decise di andare avanti anche senza il simbolo dei Cinque Stelle, ma poi dovette mollare perché a sua volta fu ‘abbandonata’ dai fedelissimi.Il Movimento, a questo punto, può decidere di sospendere o ritirare il simbolo pentastellato dalla guida della capitale. Ma, secondo quanto si è appreso ieri, il ragionamento di Grillo è che non ci si può permettere di mollare la capitale. Peraltro, che le scuse di Raggi non possano bastare lo hanno detto a chiare lettere sia Paola Taverna che Roberta Lombardi. E che Marra non rappresenti per il Movimento solo un tecnico, lo ha ribadito Roberto Fico.Orfini: a 24 ore da arresto silenzio leaderini M5S”Più di 24 ore dall’arresto di Marra e i presunti leaderini del M5s -Di Maio, Di Battista- non hanno ancora detto una parola. Quando si dice il coraggio…”. Lo scrive su Fb il presidente nazionale e commissario romano del Pd, Matteo Orfini.Salvini: Roma merita un sindaco normale”A Roma spero riescano a eleggere un sindaco normale perché tra Marino e Raggi non so chi abbia fatti più danni e mi spiace perché da cittadino italiano contavo che i Cinque Stelle potessero cambiare qualcosa invece sono stati una delusione incredibile”. Lo ha detto a Palermo il leader della Lega, Matteo Salvini.Marchini: caso Marra ennesima prova inadeguatezza Raggi”Derubricare il caso Marra come un semplice incidente accaduto ad uno dei 23mila dipendenti comunali è l’ulteriore prova della inadeguatezza del sindaco. A Roma il M5S si gioca tutto e purtroppo questi mesi sono stati disastrosi. E questo non mi rende felice. Lo dissi e lo ribadisco: se il M5S dovesse evaporare partendo da Roma sarebbe una sciagura per il Paese. Il perché è evidente: il M5S è il principale contenitore istituzionale per il crescente malessere del nuovo blocco sociale che somma le periferie urbane più degradate e la ex classe media sempre più povera e priva di speranza di futuro”. Lo scrive il consigliere comunale d’opposizione, Alfio Marchini, sul blog di Huffingtonpost.

Sorgente: M5S nel caos, Raggi alla resa dei conti – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv