Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

LAMPEDUSA: LE LACRIME DEI SOPRAVVISSUTI AL NAUFRAGIO – di Nandino Capovilla e Betta Tusset | bocchescucite

LAMPEDUSA: LE LACRIME DEI SOPRAVVISSUTI AL NAUFRAGIO sono diventate stamattina le nostre, qui nella piazza e nella chiesa dove il parroco ha accolto i superstiti che gli chiedevano di pregare per i fratelli morti nel Mediterraneo. Le parole del giovane del Camerun sbattono contro le porte sbarrate della nostra indifferenza: “Nel naufragio del 3 novembre eravamo in 147 e siamo sopravvissuti in 27. Voi fratelli e sorelle che non ce l’avete fatta, sappiate che non siete stati deboli quando, dalle 3 alle 6 di quel mattino, la situazione è precipitata. Raramente ho conosciuto persone tanto coraggiose, la cui fierezza brilla come un sole splendente; e la storia vi renderà giustizia”.

Nandino Capovilla

15380512_1258412640887802_1479899035427170655_n15327422_1258412684221131_1125586934415355463_n

 

Lampedusa.
VASTITÁ
Del dolore
Della capacitá di accogliere
Del mare attorno
Dei legni in arrivo comunque
Delle ingiustizie che spingono a partire
Dell’incertezza del futuro
E della speranza che fa vela

Betta Tusset

15267802_10209302606714812_5113882412521349611_n15326324_10209302606874816_5438171226157372827_n15391228_10209302607394829_7388489313885730356_n15268025_10209302607674836_6610271468470011074_n15338862_10209302608114847_8313349281756304885_n

Sorgente: LAMPEDUSA: LE LACRIME DEI SOPRAVVISSUTI AL NAUFRAGIO – di Nandino Capovilla e Betta Tusset | bocchescucite

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv