Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

 In un Paese in cui si pensa all’interesse…

In un Paese in cui si pensa all’interesse generale, il presidente della Repubblica direbbe al premier dimissionario: d’accordo, dimissioni accettate, adesso come prevede la Costituzione resti lì per il disbrigo degli affari correnti mentre il Parlamento sistema la legge elettorale, se non ci pensa prima la Consulta.

Appena fatta quella e comunque entro primavera, via questa legislatura fallimentare e inizia un’altra partita.

In subordine, se il premier dimissionario fa ancora la primadonna irresponsabile e non vuole sporcarsi le mani nel disbrigo degli affari correnti, anziché accettare che ci mandi un suo famiglio si chiede di farlo a un’alta carica dello Stato – Grasso.

Questo se si facessero le cose pulite, senza giochetti, ricatti, retropensieri, senza prove di forza tra correnti, senza interessarsi di chi pensa solo a preservare se stesso, il suo potere, la sua immagine, il suo consenso.

 

 

sorgente: face book – Alessandro Gilioli

 

 

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv