Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Dopo l’attentato di Berlino, da Roma a Bolzano tutti i divieti delle Feste – corriere.it

corriere.it – LE MISURE ANTITERRORISMO: Dopo l’attentato di Berlino, da Roma a Bolzano tutti i divieti delle Feste. Sorvegliati cinema e discoteche. Stop agli eventi in piazza se non ci sono garanzie di sicurezza e verifiche agli accessi di Silvia Fabbi, Claudia Fornasier, Rinaldo Frignani, Marco Gasperetti, Gianni Santucci

i divieti

1. Roma, controlli estesi ai pullman diretti in città
A rischio tutte le manifestazioni in corso per Natale e quelle per la fine dell’anno. Compreso il Concertone di San Silvestro. La Capitale si blinda ancora di più. Il prefetto Paola Basilone sta vagliando le misure di sicurezza di tutti gli eventi, mentre le forze dell’ordine hanno aumentato le vigilanze ai 4.400 obiettivi sensibili in città e in provincia. Il piano per le feste sarà messo a punto stasera durante il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura. Allo studio un inasprimento dei controlli sui mezzi pesanti (compresi pullman e autobus) da tenere lontani dal centro. Massima allerta nei centri commerciali e nelle vie dello shopping. In centro 7 piazze supervigilate. (Rinaldo Frignani)
2. Milano, i «panettoni» per limitare l’entrata in centro
Obiettivo: creare ostacoli per impedire l’accesso di camion o grossi furgoni nelle zone della città molto frequentate. In questi giorni nel centro di Milano e nella zona dei Navigli verranno sistemati blocchi di cemento («panettoni» o jersey) per formare una sorta di imbuto o un percorso a «S» ed evitare che i mezzi pesanti possano entrare agevolmente o a forte velocità. Le auto delle pattuglie dei vigili saranno parcheggiate di traverso nelle strade in cui si svolgono i mercati rionali, per impedire l’ingresso di auto o furgoni tra le bancarelle. Le misure, compresa una nuova dislocazione delle pattuglie degli 800 militari dell’esercito in città, sono state stabilite in un vertice con il prefetto Alessandro Marangoni. (Gianni Santucci)

3. Venezia, Laguna blindata. Tra le calli cento soldati

Cento soldati tra le calli, le squadre antiterrorismo della polizia e dei carabinieri di nuovo a presidiare piazza San Marco, Rialto e le porte di accesso alla città. Il piano per la sicurezza di Venezia non è mai stato interrotto dopo l’attentato di Parigi, ma da venerdì 23 dicembre i presidi saranno potenziati in tutta la città. Per veneziani e turisti sarà un’altra messa della Vigilia in una Basilica di San Marco circondata da poliziotti. Misure eccezionali che continueranno fino all’8 gennaio e non solo a Venezia dove per i fuochi d’artificio dell’ultimo giorno dell’anno sono attese 80 mila persone. Controlli estesi anche a località sul litorale, come Jesolo, che attirano migliaia di giovani con le feste all’aperto. (Claudia Fornasier)

4. Firenze, arrivati i rinforzi. Anche la Rete viene monitorata

I primi rinforzi, una cinquantina di uomini tra carabinieri e poliziotti, sono appena arrivati in città ma non è escluso che si decida un ulteriore potenziamento della sorveglianza anti-terrorismo. La zona rossa è il centro storico dove operano unità operative interforze insieme ai parà della Folgore. Sotto massima sorveglianza Piazza della Signoria, con Palazzo Vecchio e la Galleria degli Uffizi, Piazza del Duomo, con la cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero. E ancora piazza Santa Croce e Oltrarno. Dopo il falso allarme su un imminente attentato lanciato lo scorso 31 dicembre da Anonymus, particolare attenzione viene data anche ad eventuali segnalazioni sul web. (Marco Gasperetti)

5. Bolzano, un blindato per proteggere le bancarelle
Misure speciali a protezione delle bancarelle altoatesine nei mercatini di Bolzano, Merano e Bressanone sono state organizzate dal questore Lucio Carluccio. Ogni anno la manifestazione natalizia attira nel solo capoluogo oltre 600.000 persone. La sorveglianza speciale disposta dalla questura vede in campo le «Unità operative di primo intervento» formate da personale specializzato del Nocs, nonché un mezzo blindato Discovery antiproiettile e antiesplosione, un nucleo artificieri e antisabotaggio e tiratori scelti. Durante il fine settimana, quando l’afflusso turistico è particolarmente elevato, si aggiungono reparti da Milano e Padova. (Silvia Fabbi)

Sorgente: Corriere della Sera

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv