Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Attentato Berlino, Merkel: “E’ un giorno duro. Ma continueremo a sostenere chi chiede di integrarsi nel nostro Paese” – Il Fatto Quotidiano

ilfattoquotidiano.it – Attentato Berlino, Merkel: “E’ un giorno duro. Ma continueremo a sostenere chi chiede di integrarsi nel nostro Paese”

“Continueremo a sostenere e a dare sostegno alle persone che chiedono di integrarsi nel nostro Paese”. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel, nel corso di una dichiarazione alla stampa, dopo l’attentato a Berlino. Merkel spiega che l’attentatore “aveva chiesto asilo in Germania”. “Non abbiamo ancora moltissimi dettagli in merito a quanto accaduto. Ora dobbiamo stare tutti uniti per risolvere questa grave situazione. Per noi questa è una giornata molto difficile”, aggiunge la cancelliera. “Dobbiamo rimanere uniti, non dobbiamo vivere nella paura”, ha detto.

Berlino, tir contro folla durante il mercato di Natale: 12 morti e 48 feriti. Un uomo arrestato, l’altro morto nello schianto

E’ la risposta – immediata – alle polemiche sollevate poco più di 12 ore dopo l’attentato al mercatino di Natale da Frauke Petry, leader del movimento populista di destra Alternative für Deutschland: “La Germania non è più sicura” ha detto Petry. La leader di AfD ha indirettamente attaccato il governo sostenendo che “l’ambiente in cui un tale atto può prosperare è stato colposamente e sistematicamente importato nell’ultimo anno e mezzo”.

In un giorno come questo “non abbiamo alcun interesse a dire che avevamo ragione”, ha poi aggiunto Petry che ha chiesto che “i confini tenuti aperti in maniera così irresponsabile siano finalmente di nuovo controllati”. Anche il suo vice Alexander Gauland ha ribadito l’importanza “di controllare di nuovo i confini in modo che nessuno possa entrare illegalmente e fornire diverse identità”.

Berlino, alla guida del Tir un richiedente asilo Blitz delle teste di cuoio nel campo profughi

Una questione che scuote lo stesso centrodestra moderato della Merkel. Il capogruppo del Partito popolare al Parlamento europeo, Manfred Weber, tedesco, commentato il presunto attacco con tir di Berlino esortando a non generalizzare ma affermando che “dobbiamo essere in grado di esaminare” ogni singolo profugo che entra in Germania. “Non è un attacco al Paese – ha detto Weber – È un attacco contro il nostro modo di vivere, contro la nostra società libera”.

Migranti, primo passo indietro della Merkel sull’accoglienza ai migranti: rimpatriati 34 cittadini afghani

Sorgente: Attentato Berlino, Merkel: “E’ un giorno duro. Ma continueremo a sostenere chi chiede di integrarsi nel nostro Paese” – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv