Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Alitalia, raggiunto l’accordo sullo sblocco delle linee bancarie. Ball: «Prossimi due mesi cruciali»  – ilsole24ore.com

ilsole24ore.com – Alitalia, raggiunto l’accordo sullo sblocco delle linee bancarie. Ball: «Prossimi due mesi cruciali» – –di

Le prime indiscrezioni erano filtrate già in mattinata al termine di una trattativa, cominciata ieri pomeriggio, che è andata avanti a oltranza per tutta la notte. Così Alitalia evita, almeno per ora, il fallimento con i soci che rimettono mano al portafoglio per consentire all’ex compagnia di bandiera di superare l’impasse di queste settimane. L’assemblea degli azionisti, come recita un comunicato diffuso dall’aviolinea, hanno deliberato un finanziamento a breve termine per consentire al management, nei prossimi 60 giorni, di avviare una drastica riduzione dei costi.  Alla fine, quindi, la mediazione del presidente Luca Cordero di Montezemolo e la moral suasion del governo sono riuscite a favorire la ricerca di una quadra.

Trattativa a oltranza per la notte
Il negoziato tra i vari protagonisti è ripreso ieri pomeriggio, come detto, ed è proseguito telefonicamente per tutta la notte al fine di individuare un accordo che ammorbidisse le posizioni di Intesa e UniCredit, nel doppio ruolo di azionisti e creditori – visto che sono tra gli istituti più “esposti” con l’aviolinea – e che rispondesse alla richiesta messa da loro sul tavolo: sì alla nuova iniezione di risorse solo se il piano riformulato dal ceo Cramer Ball sarà ridefinito con impegni più stringenti. Ed è proprio su quel fronte – su cui oggi l’azienda ha poi incontrato i sindacati che parlano di 1500 esuberi in ballo, compresi esternalizzazioni e mancato rinnovo dei contratti a termine – che gli azionisti avrebbero ottenuto le rassicurazioni richieste.

ObbligazioniPiano di rilancio Alitalia, ancora nessun accordo con le banche

«I prossimi due mesi sono cruciali per Alitalia. È di vitale importanza che il personale della Compagnia e i principali stakeholder, quali i partner commerciali, i fornitori e i sindacati, accettino e facciano propri i cambiamenti radicali di cui abbiamo bisogno. Solo così potremo ottenere un successivo e significativo finanziamento da parte degli azionisti, senza il quale Alitalia non avrà futuro», ha detto Ball. «Tutti dobbiamo remare nella stessa direzione per dare ad Alitalia un futuro duraturo, sostenibile e di successo. E tutti dobbiamo dare il nostro contributo per trasformare le ambizioni di crescita e sostenibilità di lungo termine in realtà», ha aggiunto il manager.

I dettagli del piano rinviati a gennaio
l piano I dettagli della seconda fase del piano industriale, che andrà a questo punto riformulato per andare incontro alle sollecitazioni dei soci, saranno presentati a gennaio e i vertici dovranno lavorare all’individuazione del giusto mix nel modello di business per assicurare il rilancio dell’ex compagnia di bandiera che continua ad annaspare. Quanto ai tagli, che hanno tenuto banco in queste settimane, l’azienda prova a stemperare gli animi e ha spiegato oggi che nessuna decisione è stata presa e che i vertici cominceranno subito il confronto con personale e sindacati.

Il ruolo del governo
Per facilitare la positiva conclusione della trattativa, nelle ultime settimane è sceso in campo anche il governo con l’obiettivo di evitare il fallimento dell’aviolinea. «Non c’è nessuna vertenza Alitalia, c’è stato un impegno forte del governo, anche nella nottata, per supportare una positiva conclusione», ha commentato poco fa il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, a margine di una conferenza stampa al suo dicastero. «Siamo tutti a lavorare insieme al ministro Delrio e al ministro Padoan affinché la situazione riprenda a far crescere un vettore importante è per noi strategica». In mattinata, poi, era intervenuto anche il titolare delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio. ««bbiamo avuto tutti una giornata di lavoro, con i vari ministri, anche Calenda e Padoan. Una giornata molto intensa», ha spiegato il ministro a margine del viaggio inaugurale sulla Salerno-Reggio Calabria. Quindi ha aggiunto che questo lavoro è servito «per facilitare l’accordo tra le banche».

Piano di rilancio Alitalia, ancora nessun accordo

Sorgente: Il Sole 24 ORE

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv