Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Torto o Ragione: va in onda l’omofobia in Rai – Al di là del Buco

abbattoimuri – Ott 20, 2016 Torto o Ragione: va in onda l’omofobia in Rai

video – Torto o ragione? Il verdetto finale

Sergio scrive:

Vorrei segnalarti la puntata di ieri 19 Ottobre del programma “Torto o Ragione?” che ho avuto la pessima idea di vedere, incuriosito dall’argomento della puntata.

Un padre infastidito dalle “effusioni” che la figlia minorenne si scambia in casa con la sua fidanzata cita la moglie in giudizio per ottenere l’allontanamento da casa della fidanzata a cui la madre ha invece concesso libero accesso e che continua a difendere.

Chiaramente si inizia con un classico “Io non sono omofobo ed accetto mia figlia ma…”

Sorvolo sui vari episodi omofobi riportati durante la discussione che rendono chiara l’omofobia del padre, la cosa che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta è stata la sentenza.

Dopo lunghe disquisizioni su quanto deve essere appassionato un bacio per essere ammissibile o meno e se una mano sotto l’orlo della maglietta è un abbraccio od una carezza lasciva, è stato fatto ripetutamente notare che quando ad essere minorenne era il figlio il padre gli permetteva di trascorrere la notte in camera sua con la sua fidanzata incitandolo a “godersi la sua giovinezza” quando veniva lasciato solo in casa.

Per “evitare” che qualcuno possa pensare che si volesse discriminare sulla base dell’orientamento sessuale la giudice ha premesso che non ha minimamente considerato l’omosessualità della figlia ed ha dichiarato che “…è vero lui ha un atteggiamento diverso nei confronti del figlio maschio, come tanti Italiani, perchè questa è l’Italia, questo fa parte del nostro retaggio culturale che forse è anche retrogrado, però è questa la verità.

Del resto la madre sa pefettamente come è il marito, perchè lo ha sposato, lo conosce, ci ha fatto due figli, quindi sapeva perfettamente che lui magari era in una condizione di difficoltà nell’accettare un atteggiamento di questo genere.

Lei avrebbe dovuto, comunque, dare anche il tempo … quindi avrebbe dovuto essere più accomodante, mi sembra che ci siano degli atteggiamenti troppo, diciamo, coercitivi da parte della madre.

Lui quindi ha diritto di chiedere di non vedere queste effusioni, sia che la figlia le ha con un fidanzato maschio, sia che le ha con una fidanzata femmina” ha sentenziato che alla fidanzata è permesso di accedere alla casa solo quando il padre è assente. Inutile dire che la “giuria popolare” è giunta ad analoga conclusione.

Non ho parole… Il fatto che si tratti di un programma assolutamente finto e costruito con attori sancisce che il messaggio sessista è esattamente quello che gli autori cercavano. Rafforzare i pregiudizi del proprio pubblico facendoli contemporaneamente sentire “moderni” rassicurandoli che le loro opinioni non sono omofobe, e così validandole e rafforzandole. Per qualche punto di share.

Il tutto condito dalle frecciatine della conduttrice, dai commenti fintamente imparziali del solito Meluzzi, dalla “preoccupazione di madre” di Ela Weber e da una Vladimir Luxuria decisamente sottotono.

Sorgente: Torto o Ragione: va in onda l’omofobia in Rai – Al di là del Buco

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.