Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Sondaggi Referendum Costituzionale 2016: chi vince? | Giornalettismo

giornalettismo.com/ – Sondaggi Referendum costituzionale 2016: avanti i ‘No’, ma di poco  – di Donato De Sena

Sondaggi Referendum costituzionale 2016: le intenzioni di voto sulla riforma Boschi. Il confronto delle rilevazioni effettuate dai principali istituti demoscopici

SONDAGGI REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016

Dopo l’approvazione definitiva in Parlamento della riforma Boschi i principali istituti demoscopici hanno cominciato con maggiore frequenza a sondare le intenzioni di voto degli italiani in vista della consultazione referendaria di autunno, nodo cruciale delle legislatura. I sondaggi referendum costituzionale 2016 descrivono oggi una situazione di sostanziale equilibrio tra il fronte del ‘‘ e quello del ‘No‘, con la bilancia che pende leggermente dalla parte dei contrari alla riforma. La certezza, numeri alla mano, è che l’esito della consultazione è tutt’altro che scontato.

Molto dipenderà dal tasso di affluenza. La quota di elettori indecisi se andare a votare e indecisi su chi votare è ancora rilevante. Secondo gli esperti una percentuale elevata di votanti dovrebbe favorire i promotori della riforma della Costituzione, il governo e la maggioranza che lo sostiene, mentre un livello basso di aventi diritto ai seggi dovrebbe favorire le opposizioni.

SONDAGGI REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016: TESTA A TESTA TRA SI E NO

Nel mese di giugno, in coincidenza con la tornata delle Amministrative (elezioni nel quale il Pd ha raccolto risultati modesti), i “No” al referendum costituzionale hanno raggiunto i risultati migliori. In un sondaggio del 20 giugno di Euromedia Research per Ballarò, ad esempio, il fronte dei “Sì” era stimato al 46%, mentre i “No” venivano indicati al 54%. Minore invece il divario segnalato il 23 giugno 2016 dall’Istituto Ixè per Agorà: 48% per i “Sì”, 52% per i “No”.

LEGGI: LO SPECIALE SUL REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016

Maggiore equilibrio è stato rilevato in seguito, nel mese di luglio: in un sondaggio del 12-13 luglio 2016 realizzato dall’istituto Ipsos per il Corriere della Sera i Sì venivano rilevati precisamente al 51%, mentre i No poco al di sotto del 49%.

I contrari alla legge Boschi venivano invece segnalati in vantaggio da Emg Acqua per La7 il 23-24 luglio 2016: nel dettaglio, i Sì erano indicati 48,6% dei consensi contro il 51,4% dei No. Il 3 agosto, invece, è stato l’Istituto Ixè per Agorà a segnalare ancora il Sì avanti, al 56%, contro i 44% del No.

sondaggi referendum costituzionale 2016

Le intenzioni di voto al referendum costituzionale secondo l’istituto demoscopico Emg Acqua (Grafico di: Giornalettismo)

Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al referendum costituzionale 2016 descrivono una situazione di divario non particolamente marcato tra il fronte del ‘Sì’ e del ‘No’ alla riforma della Carta approvata in primavera.

Stando ai dati raccolti ed elaborati tra il 12 e il 17 ottobre da 6 diversi istituti demoscopici che stanno costantemente monitorando il giudizio degli italiani sulle modifiche della Costituzione e sul quesito del 4 dicembre (Ixè, Index Research, Scenari Politici/Winpoll, Emg Acqua, Ipr Marketing e Tecnè) i favorevoli alla riforma oscillano (al netto di indecisi e astenuti) tra il 46 e il 50% dei voti, mentre i contrari tra il 50 e il 54%.

Le cifre diffuse a meno di due mesi esatti dalle urne, sostanzialmente ci dicono che nessuno dei due schieramenti in campo, quello del ‘Sì’ e quello del ‘No’, può dirsi nettamente favorito sull’altro (anche in virtù dell’alta percentuale di indecisi se andare a votare).

sondaggi referendum costituzionale 2016
Le intenzioni di voto al referendum costituzionale secondo l’istituto demoscopico Ixè (Grafico di: Giornalettismo)

SONDAGGI REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016: INDECISI  E ASTENUTI DECISIVI

Più nel dettaglio, Ixè, con il sondaggio realizzato il 12 ottobre per il programma di Raitre Agorà, segnala i ‘Sì’ e i ‘No’ al referendum costituzionale al 37% dei consensi con gli indecisi al 26. L’istituto demoscopico Index Research, invece, nella rilevazione del 13 ottobre per la trasmissione di La7 Piazzapulita ha indicato i favorevoli alla riforma costituzionale intenzionati ad andare ai seggi al 48,6% e i contrari al 51,4. Scenari Politici/Winpoll, poi, nel sondaggio del 14 ottobre pubblicato sull’Huffington Post, ha stimato i ‘Sì’ alla legge Boschi al 46% e i ‘No’ al 54. Emg Acqua, intanto, nella rilevazione del 15-16 ottobre per il Tg La7 ha stimato i favorevoli al 33,8%, i contrari al 37 e gli indecisi al 29,2%.

SONDAGGI REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016: ‘SÌ’ IN RECUPERO

Per quanto riguarda il trend del consenso, va segnalato che Index e Emg considerano i ‘Sì’ in crescita rispetto alla settimana precedente, Ixè invece in calo. Un recupero dei favorevoli alla riforma è stato indicato anche da Ipr Marketing e Tecné nei loro sondaggi per porta a porta. Per Ipr da settembre a ottobre i ‘Sì’ sarebbero saliti dal 46 al 48,5%, Per Tecnè dal 47 al 48.

 

sondaggi referendum costituzionale 2016
Le intenzioni di voto al referendum costituzionale secondo l’istituto demoscopico Index Research (Grafico di: Giornalettismo)

(Foto di copertina: ANSA / ALESSANDRO DI MEO)

Sorgente: Sondaggi Referendum Costituzionale 2016: chi vince? | Giornalettismo

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.