Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Soccorsi quasi seimila migranti in 24 ore nel Canale di Sicilia, recuperati 9 cadaveri – Rai News

Almeno 36 barconi carichi di profughi hanno approfittato delle migliorate condizioni meteorologiche per tentare la traversata dalle coste nordafricane. In corso altre operazioni di salvataggioTweet “L’Europa non dimentichi”. Tre anni fa la strage di Lampedusa Migranti, Grasso: “A Lampedusa l’Europa o inizia o finisce” Mattarella a Lampedusa inaugura un museo nel cuore dell’immigrazione03 ottobre 2016Lievita rapidamente il numero di migranti soccorsi nelle ultime 24 ore nel Canale di Sicilia, mentre si celebra la Giornata nazionale della memoria e dell’accoglienza, istituita dopo il tragico naufragio del 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa (368 i morti accertati) .Sono più di 5.600 i profughi a bordo di 36 barconi tratti in salvo dalle navi della Guardia Costiera, della Marina Militare e di organizzazioni non governative. La cifra è destinata a salire ancora: sono in corso altre tre operazioni coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera.9 cadaveri, sette su uno stesso barconeIn particolare, nove cadaveri di migranti sono stati recuperati dai soccorritori. Sette vittime erano su uno stesso barcone, una su un’altra imbarcazione, mentre un’altra persona, recuperata in gravi condizioni, è morta mentre veniva trasportata verso la terraferma con un’unità navale della Guardia Costiera.A provocare il picco di “traffico” di barconi dalle coste nordafricane sono state le condizioni meteo favorevoli dopo diversi giorni di maltempo. La stessa Guardia Costiera ha curato l’evacuazione medica, attraverso una motovedetta veloce classe 300, di tre donne e un bambino in gravi condizioni. Su un gommone è stato anche recuperato il cadavere di un uomo morto durante la traversata.Tra i 36 natanti soccorsi, un barcone con 720 migranti raggiunto questa mattina al largo della Libia, a Nord Ovest di Tripoli, dalla Aquarius, nave di Sos Mediterranee che opera in partenariato con Msf. Si tratta di 529 uomini e 191 donne (di cui 118 viaggiano da sole e 10 sono incinte), 198 minorenni, 178 i non accompagnati, 9 sono bambini sotto i 5 anni. Provengono in larghissima parte (683) dall’Eritrea, ma anche dalla Somalia, Etiopia, Chad, Palestina, Egitto, Nord e Sud Sudan.Tutti gli interventi sono coordinati dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera: vi hanno partecipato navi della stessa Guardia Costiera, della Marina Militare italiana e di organizzazioni non governative.

Sorgente: Soccorsi quasi seimila migranti in 24 ore nel Canale di Sicilia, recuperati 9 cadaveri – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

One Comment

  1. E’ un dramma che costa all’umanità migliaia di morti all’anno. E’ il dramma di una umanità divisa in due parti del tutto non eguali, chi non sa come spendere il denaro e chi non sa più dove aggrapparsi per non morire di stenti. E’ un’immagine che dovrebbe essere in testa a tutti i notiziari ogni giorno, ogni santissimo giorno e non solo quando riusciamo a fare “gli eroi”, ma soprattutto quando, purtroppo, e accade ogni giorno, lungo le rotte dell’immigrazione, ci rimette la vita della povera gente denudata di ogni dignità. Il nostro dovere dovrebbe essere quello di lottare uniti contro quanto accade nel mondo, mettendo in discussione noi stessi e soprattutto lottando per noi stessi e vedendo gli altri poveri, non come nostri nemici, ma con noi, compagni e vittime di un sistema che ci travolge tutti a vantaggio di pochi, coloro i quali sono i nostri veri nemici, chi detiene il potere del capitale finanziario per governare il mondo e i nostri bisogni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.