Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Putin: “Isteria Usa su hacker russi”. E Mosca testa raffica di missili intercontinentali

Mentre Paesi come Francia o Stati Uniti ventilano l’introduzione di nuove sanzioni contro la Russia per i crimini di guerra che le vengono attribuiti in Siria, il presidente russo Vladimir Putin sottolinea che in questo momento “è necessaria cooperazione, non pressioni o minacce”.”Gli Stati Uniti non fanno altro che esercitare pressioni su altri Paesi, inclusi i loro alleati” ha affermato, puntando il dito, così come ha fatto ieri sera l’ambasciatore russo a Washington, Sergei Kislyak, contro gli Stati Uniti per il precipitare dei toni nelle relazioni bilaterali. “Non è una scelta nostra, non lo abbiamo mai voluto. Al contrario, desideriamo avere relazioni amichevoli con un grande Paese come gli Stati Uniti”, ha detto Putin parlando a un forum di ‘VTb’ in cui ha denunciato l’assenza di dialogo con l’attuale amministrazione.Obama, ha detto, “impone le cose quando noi invece siamo pronti al dialogo, che è finalizzato al raggiungimento di un compromesso”. Quanto alle accuse americane sulle intrusioni nei server mail di partiti e istituzioni, Putin ne ha parlato come di “isteria, quando non c’è nulla negli interessi della Russia”.Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha poi ironizzato sulle accuse americane di interferire nelle elezioni presidenziali con attacchi di pirati informatici. Queste accuse “non sono provate”, ha detto in un’intervista alla ‘Cnn’, ma “ricevere questo tipo di attenzione è lusinghiero per una potenza regionale, come il presidente Obama ci ha chiamati qualche tempo fa”.”Tutti negli Stati Uniti dicono che è la Russia a portare avanti il dibattito presidenziale – ha proseguito – è lusinghiero, ma non ci sono fatti. Non abbiamo visto un solo fatto o una sola prova”.Intanto Mosca ha effettuato oggi una raffica di test di missili balistici intercontinentali. Dal sottomarino nucleare della Flotta settentrionale ‘Novomoskovsk’, immerso nelle acque del Mare di Barents, è partito un missile Sineva che ha colpito la base di Kura nella penisola della Kamchatka.Il sottomarino della Flotta del Pacifico ‘Georgy Pobedonosets’ ha invece lanciato un Icbm dal mare di Okhotsk alla base di Chizha, nel nord del Paese. Anche in questo caso il sottomarino era immerso al momento del lancio e il proiettile ha colpito l’obiettivo nei tempi prefissati, come ha reso noto il ministero della difesa.Un Topol è stato poi lanciato con successo dalla base di Plesetsk, nel nord del Paese, diretto a un obiettivo centrato “con l’accuratezza richiesta”, nella penisola della Kamchatka.Il lancio “ha dimostrato la prontezza del sistema missilistico per essere impiegato in missioni di combattimento nel corso del suo intero ciclo operativo”, ha spiegato il ministero della Difesa. Sempre oggi, dopo che la Russia nei giorni scorsi ha espresso l’interesse a riaprire basi a Cuba e in Vietnam, Putin ha invocato il ripristino della cooperazione con i Paesi africani, anche se, ha sottolineato, non alle condizioni dell’epoca sovietica.

Sorgente: Putin: “Isteria Usa su hacker russi”. E Mosca testa raffica di missili intercontinentali

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.