Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

D’Alema riempie la platea del No

Andrea Fabozzi

Con l’ex presidente del Consiglio tanti esponenti di centrodestra, un po’ meno di centrosinistra, e molte vecchie glorie della politica. Ma la proposta di riforma costituzionale “condivisa” per il dopo referendum, in caso di vittoria del No, è davvero minimale

Italia

Patto per Napoli, raggiunto l’accordo

Adriana Pollice

Come chiedeva la giunta, i 308 milioni saranno fondi aggiuntivi e verranno impiegati per trasporti, infrastrutture, sicurezza degli edifici, riqualificazione della zona est.

Milano, la fame e l’abbondanza

Luca Fazio

Secondo i dati forniti dal Banco Alimentare, in Italia ci sono 1 milione e 131 mila minorenni che patiscono la fame. Uno scandalo che non risparmia anche la città più ricca del Paese, dove 13 mila under 18 vengono nutriti dalle associazioni caritative. Gli indigenti lombardi sono 670 mila (100 mila in più rispetto all’anno precedente)

Foodora. E Poletti scoprì il lavoro digitale leggendo i giornali

Roberto Ciccarelli

Il ministro del lavoro Giuliano Poletti ignora le condizioni di lavoro nella gig economy, la nuova economia dei servizi on demand: «Non avremmo mai immaginato di lavorare per una piattaforma, l’idea di datore di lavoro era molto diversa». Basterebbe chiedere informazioni a Diego Piacentini, già vice presidente Amazon, oggi commissario del governo per l’innovazione, su come lavorano i cottimisti digitali “Amazon Mechanical Turk”, i turchi meccanici di Jeff Bezos

Economia

Il social compact di Sinistra italiana

Riccardo Chiari

Presentata a Montecitorio una ipotesi di politica economica alternativa a quella del governo. Con un intervento triennale da 30 miliardi complessivi per il lavoro, l’istruzione e il contrasto alle diseguaglianze. “Sforiamo il 3% ma sarebbe circoscritto e temporaneo – osserva Stefano Fassina – e porterebbe a un aumento del Pil nel triennio. Mentre la manovra del governo è del tutto inadeguata”.

«Caporalato, Renzi metta la fiducia sulla legge»

Antonio Sciotto

Susanna Camusso al premier: «Una volta tanto lo faccia sui diritti fondamentali delle persone», la leader del sindacato all’iniziativa della Flai Cgil contro lo sfruttamento della manodopera nei campi

Europa

Uk, alunni dell’Italia del Sud schedati, Londra si scusa

Leonardo Clausi

Un questionario distribuito nelle scuole chiede agli alunni di riferire la provenienza dei genitori: se italiani tour court, italiani-napoletani o italiani-siciliani. L’ambasciatore Pasquale Terracciano: l’Italia è unificata «dal 17 marzo 1861»

Presidenziali: la destra si scontra in tv

Anna Maria Merlo

Primo dibattito (su Tf1) tra i sette candidati. Colpi bassi tra i due principali sfidanti, Sarkozy e Juppé. Hollande fallisce l’entrata in gioco, rovinata dall’ex Trierweiler

L’inchiesta

Caso Mered, l’abbaglio è Generale

Lorenzo Tondo

Da cinque mesi nel carcere di Pagliarelli a Palermo c’è un giovane eritreo. Per i pm sarebbe «il più sanguinario tra i mercanti di uomini in Libia». Ma fin dal suo arresto testimonianze di rifugiati e parenti smentiscono questa ricostruzione. Tutti sostengono che l’uomo catturato a Khartum non sia il temibile criminale

Sguardo d’adolescente in una famiglia arcobaleno

Silvana Silvestri

Esce nelle sale «Rara» il film di debutto della regista cilena Pepa San Martin. Romanzo di formazione di una tredicenne che vive con difficoltà il nuovo menage della madre con una donna

Allarme virus, solo Tom Hanks ci salverà

Giona A. Nazzaro

Si completa la tilogia di Ron Howard dedicata ai romanzi di Dan Brown. In «Inferno» – ambientato a Firenze – il professor Langdon è alle prese con un’epidemia batteriologica

Le tre voci di Neruda

Eugenio Renzi

Esce nelle sale il film di Pablo Larraìn sulla figura del poeta cileno, senatore comunista e ricercato politico, presentto a Cannes. Nella rilettura del regista, una biografia visionaria fuori dai canoni

La sinistra dem non cada nella trappola

Alberto Burgio

Proporre uno scambio tra il Sì al referendum e qualche modifica all’Italicum non è solo incredibilmente ingenuo. È anche sbagliato sul piano etico e politico

Perché sarà un voto europeo

Roberto Musacchio, Massimo Torelli

Il progetto delle istituzioni europee è perseguito su un doppio binario. Da un lato si procede sull’edificazione di una Ue che prescinde, e non prevede, cardini costituzionali e democratici. Dall’altro si procede allo smantellamento degli assetti costituzionali e democratici realizzati su base nazionale

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.