Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

L’ONU al mediterraneo Antonio Guterres – L’Indro

lindro.it – L’ONU al mediterraneo Antonio GuterresL’uomo giusto, al posto giusto, nel momento giusto: socialista umanitario, cattolico, mediterraneo ed europeo

L’ex Premier portoghese ed ex Alto Commissario per i Rifugiati, Antonio Guterres, sarà il nuovo Segretario Generale delle Nazioni Unite, dal 1° gennaio 2017 prenderà il posto di Ban Ki-moon, il cui mandato scadrà il 31 dicembre.

La decisione è arrivata ieri dopo il sesto e ultimo voto preliminare  -gli straw poll’ erano iniziati nell’estate e a fine settembre la confusione regnava ancora sovrana.

L’annuncio è stato dato dall’Ambasciatore russo presso l’Onu, Vitali Churkin, Presidente di turno del Consiglio di Sicurezza per il mese di ottobre, il quale ha riferito che Guterres è risultato come candidato favorito e che contro di lui non vi è nessun veto. «Abbiamo deciso di tenere domani un voto formale domani mattina alle 10 e speriamo che ciò avvenga per acclamazione», ha detto l’Ambasciatore russo. Il voto del Consiglio di Sicurezza dell’Onu previsto, dunque, per oggi, dovrà poi essere confermato dall’Assemblea Generale.

«Gran bella scelta! @AntGuterres farà più forti le Nazioni Unite», ha commentato a caldo il Ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni, in un tweet.

Il profilo e la sintesi perfetta delle aspettative che si appuntano sul nuovo Segretario è in un altro tweet, quello di Bobo Craxi, del Psi,  già Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri con delega ai rapporti con l’ONU, il quale, pochi minuti dopo l’ufficializzazione della decisione del Consiglio di Sicurezza ha scritto: «Una bella notizia: un socialista umanitario, un cattolico, un mediterraneo ed europeo diventa Segretario generale dell’Onu».

Classe 1949, ingegnere, europeo di quel Sud dell’Europa che ha la mediterraneità nel DNA, Antonio Guterres è stato Premier lusitano dal 1995 al 2002. Più che socialista, è uno che ha fatto la storia della forza socialista in Portogallo, e ha contribuito a quella del partito a livello europeo, essendo stato anche alla guida, come Presidente, dell’Internazionale socialista dal 1999 al 2005, dopo un lungo lavoro.

Laureato all’Istituto Superiore Tecnico di Ingegneria nel 1971, iniziò la carriera accademica. Poi, nel 1974, aderì al Partito socialista e sostenne la Rivoluzione dei garofani che depose il dittatore Marcelo Caetano. Nel 1976 il Portogallo approvò la nuova Costituzione e Guterres  venne eletto deputato a Lisbona. Furono anni di carriera all’interno del partito e del Parlamento e a fianco dei leader storici del socialismo lusitano ed europeo.

Nel quarto Governo provvisorio dopo la Rivoluzione dei garofani fu vice dell’allora Ministro Mario Soares. Nel 1992 divenne Segretario del Partito Socialista portoghese, e nello stesso anno l’Internazionale socialista lo elesse vicepresidente, organismo che poi, dal 1999 guidò per 6 anni, fino al 2005.

Nel 1995 il partito socialista portoghese vinse le elezioni e Guterres divenne Premier. Furono anni di espansione economica, culminati nell’Expo di Lisbona del 1998. Rieletto nel 1999, Guterres ebbe l’onore di presiedere il semestre europeo nel 2000. Fu Premier portoghese fino all’aprile 2002, quando lasciò il suo posto a Josè Manuel Barroso, che poi sarebbe diventato Presidente della Commissione Ue.

E’ anche uomo che sa dimettersi, uscire di scena e reinventarsi: rassegnò le dimissioni alla fine del 2001, dopo la sconfitta alle elezioni Amministrative, abbandonando la politica portoghese per dedicarsi alla diplomazia internazionale.
Arrivato all’ONU, Guterres ha guidato l’Unhcr (l’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati) per 10 anni, dal 2005 al 2015.

E poi è anche cattolico: negli ambienti di stretta osservanza è definito più che un ‘praticante’, addirittura ‘fervente cattolico’, negli ambienti socialisti la sua appartenenza cattolica è sempre stata valorizzata come espressione del socialismo europeo capace di amalgamare culture diverse, proprio a partire da quella cattolica.

Lui sul suo essere cattolico ebbre a precisare: «La mia fede cattolica è un fatto personale e individuale»«è chiaro che la mia fede mi porta a guardare il mondo e a interpretare quanto succede intorno a noi in un modo ben preciso».
Guterres ha due figli di 39 e 31 anni. La sua prima moglie morì di cancro nel 1998. Dal 2001 è sposato con Catarina Marques de Almeida Vaz Pinto, di undici anni più giovane di lui.

Oggi, a 67 anni ne diviene Segretario Generale delle Nazioni Unite, portandosi dietro una densa cultura socialista -umanitaria-, e una forte esperienza e competenza sul tema cardine dell’epoca che stiamo vivendo, la competenza sui migranti. Alla quale si aggiunge una grande conoscenza dellamacchina istituzionale’ a tutti i livelli.

Tutto ciò insieme lascia intravedere quella leadership forte che il Ministro degli Esteri Gentiloni ha sottolineato nelle congratulazioni inviate a pochi minuti dall’annuncio. Insomma: sembrerebbe il classico caso de ‘l’uomo giusto, al posto giusto, nel momento giusto’.

Sorgente: L’ONU al mediterraneo Antonio Guterres – L’Indro

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.