Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

CHE FINE HA FATTO LA PROPOSTA DI LEGGE?

marijuana

 

Di giandiego

Ed allora parliamone, per quanti anni la cosiddetta sinistra ha glissato, fatto finta di nulla, sorvolato, prendendo posizioni articolate e complesse … difficilmente comprensibili,

Il tema è L’uso ricreativo della Marijuana, argomento che vede giacere in Parlamento una proposta di legge da molto, troppo tempo, già discussa in commissione e firmata da 218 parlamentari, trasversale. Oggi in nome degli equilibri renziani si gioca la ribasso, si tenta di umiliare e ridefinire in salsa di eterno compromesso, tipico del’ultimo stile neo-democristiano piddino, una proposta che dovrebbe essere solo di piena liberalizzazione.

Non ho problemi ad ammetterlo, non li avrò mai, non mi vergogno del mio percorso… ho camminato nel mondo e mene vanto …sono un estimatore dell’Erba, lo sono stato per anni ed oggi mi limito moltissimo solo perchè la combustione aspirata mi fa molto male, essendo cardiopatico, ma vi sono molti altri mezzi, torte e pipe ad acqua … bong, tisane. Assorbimento di oli attraverso la pelle (ne parleremo poi). Senza contare che a me con il mio glaucoma farebbe pure bene, mitigandone gli effetti e la progressione (scientificamente provato). Già perchè in molti casi non solo la Marijuana non fa male, ma fa addirittura bene … aiuta.

Ma lasciando perdere gli scherzi ed i lazzi.

Laddove questa operazione legalizzazione è stata effettuata, ne è venuto solo del buono e delle entrate sussidiarie per lo stato. La malavita si è vista sottrarre un’entrata del tutto regalata e tutto sommato facile.

Questo dato è certo, ormai fuori discussione, solo l’On. Lorenzin (il nostro ignorantissimo e bigotto ministro della Salute) sembra ignorarlo, in questo accompagnandosi ad altri emeriti quali il Ministro UDC Costa, Il Magistrato Grattieri, l’On. Gasparri, Giovanardi ed altri come loro nel mettersi di traverso all’approvazione di questa legge … e guardandoli bene sono gli stessi che si misero di traverso alla 194. alle Unioni delle coppe di fatto, a tutte le leggi che tendano al riconoscimento di un diritto … non riconducibile alla logica del “perbenismo piccolo borghese e cripto-cattolico” … strano che sia un’abitudine? Quella di mettersi di traverso a tutte le leggi di civiltà?

La droga fa male!” questa la motivazione della Lorenzin … e qui dimostra tutto il pressapochismo e la disinformazione personale che caratterizza, per altro, il suo mandato ministeriale, purtroppo. In un generalizzazione che ormai, non compiono nemmeno i più stolti fra gli stolti, accomunando droghe pesanti e leggere … alla marijuana che è una non-droga.

Nella storia dell’umanità la Cannabis è sempre stata un ausilio, un dono divino. Cristo ne faceva uso e l’olio che adoperava nei suoi miracoli e con cui ungeva ed invitava ad ungere era l’olio di Cannabis della tradizione ebraica. Questa citazione e tratta dalla Bibbia «L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: Prenditi anche dei migliori aromi: di mirra vergine, cinquecento sicli; di cinnamomo aromatico, la metà, cioè duecentocinquanta di kaneh bosm, pure duecentocinquanta di cassia, cinquecento, secondo il siclo del santuario e un hin d’olio d’oliva.»
(
Esodo 30:22:23:24)

Per la cronaca il Kaneh Bosm sono i fiori di Marijuana … le cime … l’informazione rende liberi

Un dono quindi … come il vino, ma l’uomo ha deciso di criminalizzarlo ed anche in questo la disinformazione è totale, visto che questo è avvebuto a cura dei petrolieri statunitensi per influenzare Ford nella sua scelta dei materiali per costruire industrialmente le sue auto … chi non sa si informi, prima di parlare.

Abbiamo privato il mondo della Canapa, materiale fantastico nel tessile, nell’edilizia, nella costruzioni di materiali pseudo-plastici, pianta che può essere interamente usata dalle cime alle radici.

Lasciatemelo dire, da vecchio Hippy, pianta di saggezza e consapevolezza.

Tutto in nome del petrolio, della plastica, per arrivare a distruggere meglio il mondo in pochissimi anni. Sono le scelte sgiagurate dell’umanità, quelle che vengono definite obbligate, ma che sono , in realtà, guidate dall’èlite … ed ancora che non sa si informi … che ci hanno portato sull’orlo di questo baratro. La rinuncia e la criminalizzazione della Canapa è uno di queste, fra le peggiori, per altro.

La proposta di legge che giace in parlamento non rende giustizia, ma inizia una strada di civiltà, adeguandosi all’idea, ormai diffusa nel mondo, che il proibizionismo favorisca unicamente il mercato nero, dimostrato dalla storia in più e più riprese.

Da socialista io dico Sì Alla Marijuana per uso ricreativo, Sì all’autorizzazione di locali per il suo consumo … Sì alla possibilità di coltivazione. Il controllo? Il medesimo che adottiamo per l’Alcool ben più pericoloso e devastante eppure assolutamente legale, per la nicotina venefica e cancerogena, assuefante e dannosa eppure distribuita dallo Stato. Per il gioco d’azzardo, altro esempio increscioso, che distrugge le Famiglie ed umilia le persone portandole alla rovina eppure non solo è voce ufficiale delle entrate privilegiate dello stato, ma addirittura viene pubblicizzato dal ministero e diviene sponsor della nostra Nazionale e di eventi importanti patrocinati dal governo e dal presidente.

Morale quindi? E mi sia permessa questa domanda un poco provocatoria. Ma di quale morale e di quale etica stiamo parlando? Quella dell’appropriazione indebita e del peculato? Quella della difesa ad oltranza degli interessi di una èlite sempre più ristretta?

PRENDO POSIZIONE NETTAMENTE, POLITICAMENTE E PUBBLICAMENTE. LEGALIZZATELA!

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.